Dopo la vittoria di Dowsett la strada torna a salire (altimetria di oggi)

Nell’ottava tappa del Giro d’Italia 2020 da Giovinazzo a Vieste vince il britannico Dowsett della squadra Israel Academy. Il ciclismo, così come la vita, spesso assumono contorni fiabeschi e per la squadra israeliana questa è la prima vittoria al Giro. Soprattutto Dowsett torna a vincere a 32 anni, dopo 7 anni senza vittorie e proprio poco prima di diventare papà. Una cosa in più da raccontare a suo figlio.

Al secondo posto chiude Puccio, autore di un’ottima prova, sempre all’attacco e al terzo Holmes. Il portoghese Almeida conserva la maglia rosa.

Che succederà oggi?

Oggi tappa molto interessante, basta vedere l’altimetria per capirlo.

Da San Salvo a Roccaraso, stupendo scenario di villeggiatura abruzzese, la strada torna a salire. Ci piace pensare che oggi potranno essere gli uomini di classifica a prendere in mano la situazione e a giocarsi tappa e secondi preziosi nella generale. Tra tutti loro potrebbe essere favorito Jacob Fuglsang, a cui si addice molto bene il percorso. Sarà sicuramente della partita anche Vincenzo Nibali, così come lo saranno Almeida e Rafal Majka. Pozzovivo e Kruijswijk daranno tutto per essere lì con i migliori.

Attenzione però al grande momento di forma di Pello Bilbao, che potrebbe stupire ancora grazie al suo ottimo stato di forma. Ipotizzabili anche dei tentativi da parte dell’ottimo Fausto Masnada e di Ilnur Zakarin. Occhi puntati anche sul giovanissimo spagnolo della Movistar Pedrero, che ha dimostrato di poter correre vicino ai migliori.

Offerte ciclismo di domenica 11/10:

DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *