Giro d’Italia, tappa 6: vince Gino Mader e Attila Valter prende la maglia rosa

Tappa molto attesa dopo le cocenti delusioni di ieri che fanno ancora male e che sembrano ripresentarsi quando l’ammiraglia distratta della BikeExchange ha centrato in pieno Pieter Serry facendolo cadere rovinosamente a terra. La sesta tappa del Giro è stata però molto divertente. Davanti conducono Gino Mader, Dario Cataldo e Mollema, reduci da una fuga più numerosa. Ai meno 4 è Mader ad avvantaggiarsi sui compagni nel tentativo di vincere la frazione.

Nel frattempo a 3 km dalla fine scatta Martinez della Ineos Grenadiers, dopo aver ricevuto il via libera di Egan Bernal, che parte alla ricerca dei fuggitivi e di una vittoria di tappa. Nel frattempo Alessandro de Marchi saluta la maglia rosa che ha vestito con grande onore e meritatamente, accumulando più di 15 minuti di ritardo come previsto. Dopo 1,5 km si esaurisce però il tentativo di Martinez a cui fa però seguito l’accelerazione di Bernal, pagata in prima persona da Yates che perde contatto.

Benissimo anche il nostro Squalo Nibali che è rimasto sempre nel gruppetto dei migliori, insieme anche a Giulio Ciccone. L’ultimo km inizia scoppiettando, con gli uomini di classifica che si danno battaglia e Gino Mader che si invola verso una vittoria tappa desiderata, anche dopo la vicenda che ha escluso il suo capitano Landa. Si marcano stretti Egan Bernal e Remco Evenepoel sulla salita finale e ne esce un finale spettacolare:

  1. Vince Gino Mader che si merita questo importante traguardo personale e dedica la vittoria a Landa;
  2. Egan Bernal che vince la volata per il secondo posto;
  3. Daniel Martin autore di una bellissima prestazione;
  4. un fenomenale Remco che non correva da mesi;
  5. Damiano Cauruso con le unghie e con i denti.

Da notare che insieme ai migliori arriva l’ungherese Attila Valter che diventa la nuova maglia rosa.

Giro 2021 classifica generale dopo la sesta tappa

  1. Valter Attila;
  2. Remco Evenepoel a 0,11;
  3. Egan Bernal a 0,16;
  4. Vlasov a 0,24;
  5. Varvaeke a 0,25;
  6. Carthy a 0,38;
  7. Caruso a 0,39;
  8. Ciccone a 0,41;
  9. Martin a 0,47;
  10. Yates a 0,49.

DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.