Giro d’Italia Women: la tricolore Elisa Longo Borghini punta in alto

La Corsa Rosa torna sulle strade italiane con il Giro d’Italia Women’s 2024, che domani prenderà il via da Brescia e ci accompagnerà fino a domenica 14 luglio. Sono passati 36 anni dalla prima edizione del 1988, quando Maria Canins mise per prima la sua firma al Giro d’Italia femminile, una delle poche a lasciare il segno alla Corsa Rosa, insieme a Roberta Bonanomi (1989) e Fabiana Luperini (dal 1995 al 1998 e nel 2008). Vittoria italiana che manca da ormai 16 anni e che quest’anno l’Italia tenterà di riprendersi mettendo in gioco la sua carta speciale, che ha un nome e cognome ben preciso: si tratta della campionessa italiana Elisa Longo Borghini (Lidl-Trek).

Il Giro d’Italia Women da quest’anno è organizzato da RCS Sport, lo stesso organizzatore del Giro d’Italia maschile e di quello riservato agli Under 23 (Giro Next Gen) e quest’anno sarà promotore della campagna Scarpetta Rossa, Associazione nata a Milano nel 2014 che si occupa della promozione sociale contro la violenza sulle donne, che da quest’anno è Charity Partner delle tre manifestazioni ciclistiche.

Negli ultimi anni il ciclismo femminile ha visto una crescita significativa sotto molteplici aspetti, ma il divario rispetto al corrispettivo sport maschile è ancora ampio (basti confrontare gli stipendi degli atleti con quelli delle atlete o i montepremi delle grandi gare). Quest’anno il Giro d’Italia Women si presenta come una grande opportunità per incrementare la visibilità e la competitività del ciclismo femminile, per mostrare a tutto il mondo dello sport e non solo, di cosa è capace il movimento femminile e i valori che sono alla base di questo sport. La Corsa Rosa femminile vuole essere una vetrina per le migliori atlete al mondo che si sfidano sul territorio italiano prima di affrontare gli altri appuntamenti della stagione, il Tour de France e le Olimpiadi di Parigi primi fra tutti.

Le tappe

Saranno 8 le tappe che da Brescia porteranno a L’Aquila, per un totale di 876,7 km e 11.950 metri di dislivello. Si attraverseranno 5 regioni: Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Umbria e Abruzzo. Il percorso si presenta impegnativo, soprattutto nelle tappe conclusive. Nel complesso si tratta di un percorso completo e variegato, con tappe che renderanno protagoniste tutte le specialiste del mestiere, a partire dalla prima prova a cronometro, per proseguire con tappe riservate alle velociste e in ultimo quelle più adatte alle scalatrici, che regaleranno tante emozioni sulle salite marchigiane e abruzzesi.

1° tappa: Brescia – Brescia (15,7 km)

Si parte con una prova a cronometro di circa 15 km che attraverserà la città di Brescia. Un percorso piatto, privo di asperità altimetriche, se non per il breve strappo di Castello (Brescia) che caratterizza gli ultimi chilometri. Questa tappa designerà la prima maglia rosa e delineerà la prima provvisoria classifica generale.

2° tappa: Sirmione – Volta Mantovana (110 km)

La seconda frazione è riservata alle velociste, con i suoi 110 km e appena 450 metri di dislivello, che da Sirmione porteranno a Volta Mantovana. Qui le squadre avranno tutto il tempo per prepararsi al meglio per portare le proprie velociste nella posizione migliore per vincere la volata.

3° tappa: Sabbioneta – Toano (113 km)

La 3° tappa, in programma martedì 9 luglio, si sposterà in Emilia-Romagna e vedrà il primo arrivo in salita, a Toano, dove è collocata l’unica salita di giornata, un’ascesa di 12,5 km con una pendenza media del 5% e con picchi massimi al 12%. Dopo questa tappa la classifica restituirà i nomi di coloro che si contenderanno più di tutte la maglia rosa, anche se il Giro è ancora lungo.

4° tappa: Imola – Urbino (134 km)

Si correrà mercoledì 10 luglio partendo da Imola e vedrà una prima parte pianeggiante, fino all’ascesa del San Martino, salita di 2° categoria. La seconda salita è quella del Monte Osteriaccia (salita di 3° categoria), per poi scendere verso Casinina, Ponte in Foglia e risalire leggermente verso Gadana, per raggiungere l’arrivo posto ad Urbino. La fuga resisterà fino al traguardo?

5° tappa: Frontone – Foligno (108 km)

Questa tappa, con appena 700 metri di dislivello, darà al gruppo un po’ di respiro prima delle ultime tre tappe che saranno più impegnative. Dal comune di Frontone, nella provincia di Pesaro e Urbino, il gruppo si sposterà verso Foligno, attraverso un percorso “mangia e bevi”, che potrebbe alimentare la nascita di una fuga che, se non sarà adeguatamente gestita dal gruppo, potrebbe resistere fino alla fine.

6° tappa: San Benedetto Del Tronto – Chieti (159 km)

La tappa più lunga del Giro prende il via dalle Marche, da San Benedetto del Tronto, per percorrere 159 km fino a Chieti, in Abruzzo. Il percorso si presenta insidioso con tre salite di 3° categoria e con l’ultimo strappo che porta nella cittadina abruzzese.

7° tappa: Lanciano – Blockhaus (120 km)

È la tappa regina del Giro d’Italia, con i suoi 120 km e 3600 metri di dislivello. Dopo una prima parte caratterizzata da un continuo saliscendi, ecco che a Manoppello incomincia l’ascesa di Passo Lanciano, circa 11 km con una pendenza media dell’8,3 % (GPM di 1° categoria). Dopo la discesa che porterà nuovamente a Manoppello inizierà la seconda grande asperità di giornata: il Blockhaus. La salita simbolo degli Appennini si presenta come un’ascesa di 16 km al 7,9% di pendenza media. Sarà l’occasione giusta per blindare la maglia Rosa o ci saranno delle sorprese nella classifica generale?

8° tappa: Pescara – L’Aquila (117 km)

Anche l’ultima tappa dovrà essere sudata e meritata, con i suoi 117 km e 2500 metri di dislivello da Pescara a L’Aquila. Tappa molto dura che non lascerà scampo a chi avrà accumulato troppa stanchezza nei giorni precedenti. Il menù di giornata prevede una prima ascesa di 24 km che da Catignano porterà a Forca di Penne. Successivamente ci sarà la salita di Castel Del Monte, GPM di 1° categoria con picchi all’11%. Infine la tappa si concluderà con una serie di saliscendi che porteranno fino a L’Aquila, dove verrà incoronata la regina della 36° edizione del Giro d’Italia Women.

Le favorite

Al via ci saranno quindici squadre World Tour e sette Continental. La campionessa uscente Annemiek van Vleuten non difenderà il titolo conquistato lo scorso anno perché a 41 anni, dopo una fiorente carriera che conta ben 104 successi (tra cui sei Giri d’Italia di cui gli ultimi quattro di fila, un Tour de France, due titoli Mondiali in linea e due a cronometro, un Europeo in linea e due medaglie olimpiche) da quest’anno ha detto addio alle corse. Nonostante l’assenza dell’olandese non mancherà lo spettacolo e tra le favorite troviamo la già citata Elisa Longo Borghini, che potrà contare di una squadra solida come la Lidl-Trek, formata tra le altre da Gaia Realini, la scalatrice di Pescara classe 2001 che sulle sue salite di casa ci regalerà senza dubbio grandi emozioni e Elisa Balsamo che, reduce dall’ennesimo brutto infortunio rimediato alla Vuelta Burgos, è pronta a sconfiggere ogni paura e ritrovare il successo in volata.

La maggiore rivale dell’atleta di Ornavasso sarà la campionessa belga e del mondo Lotte Kopecky (SD Worx-Protime) e il duello sarà acceso fin dalle fasi iniziali di questo Giro, poiché entrambe sono specialiste a cronometro e ambiranno ad indossare la maglia rosa fin da subito. Per il Team SD Worx-Protime non sarà presente Demi Vollering, che ha preferito concentrarsi sulle Olimpiadi.

La UAE Team ADQ schiera il trio formato da Silvia Persico, Chiara Consonni e Eleonora Camilla Gasparrini.

Tra le fila della Movistar la capitana è Liane Lippert, che prenderà le redini della van Vleuten, anche se il suo inizio di stagione non è stato molto brillante, a causa di una serie di infortuni che ne hanno condizionato la preparazione.

Per quanto riguarda la FDJ Suez saranno al via Grace Brown, che correrà il suo ultimo Giro D’Italia Women poiché ha annunciato il ritiro a fine stagione, ci sarà Cecilie Uttrupp Ludwig e le italiane Vittoria Guazzini e Alessia Vigilia, insieme a Loes Adegeest, Nina Buijsman e Jade Wiel.

La capitana della Liv Jayco AlUla sarà l’esperta Mavi Garcia, che tenterà di replicare il successo ottenuto alla Vuelta a Andalucia, in cui ha dominato la squadra australiana con la tripletta Garcia-Smulders-Wyllie.

Un’altra favorita di questo Giro è la neo campionessa francese Juliette Labous (Team DSM-firmenich PostNL), seconda lo scorso anno dietro alla van Vleuten.

Bestseller n. 1
Donne Manica Corta Jersey Abbigliamento Set, Ciclismo Magliette Corta Jersey Camicia + 3D Gel Imbottito Pantaloncini Ciclismo Equitazione Bike Sportswear, L, Galloping Rosa
  • 【Materiale di alta qualità】: Il materiale delle camicie da ciclismo è realizzato al 100% in poliestere; I pantaloni corti con imbottitura in gel sono realizzati in poliestere + imbottitura in gel 3D con eccellenti proprietà di traspirazione.
  • 【Design pratico】: Comprendente una zip Vislon antiscivolo e pinze in silicone superiori; tre tasche posteriori sulla maglia da ciclismo per trasportare alcuni elementi essenziali durante la guida, il cellulare, ecc.
  • 【Assorbimento dell'umidità e asciugatura rapida】: Prodotto da un tessuto traspirante di qualità superiore e tecnicamente avanzato per assorbire l'umidità dal corpo e fuori attraverso il tessuto. Adatto per la guida regolare e per il pendolarismo, abbigliamento da ciclismo ad asciugatura rapida e per farti sentire più a tuo agio.
  • 【Traspirante】: Tessuto a maglia unico sotto l'ascella per mantenere l'asciugatura e il raffreddamento, pannelli a presa diretta e cerniera a tutta lunghezza per la ventilazione. Tessuto traspirante con una buona funzione per mantenere l'asciugatura e il raffreddamento.
  • 【Garanzia della qualità】: Diversamente da altri venditori ad alto prezzo, Siamo produttori di forniture per biciclette, possiamo garantire la massima qualità e un buon design. Se la dimensione del problema non è adatto per favore contattaci liberamente ti forniremo nuove dimensioni per te molto convenienza.
Bestseller n. 2
SUHINFE Completo Ciclismo Donna Estivo, Maglia Ciclismo Donna con Pantaloni Ciclismo
  • Taglie complete: XS, S, M, L, XL, 2XL, 3XL, 4XL, 5XL sono tutti disponibili per la vostra scelta
  • Facile da indossare: la cerniera a tutta lunghezza rende gli abbigliamento ciclismo donna facili e veloci da indossare e da togliere
  • Le 3 tasche posteriori elastiche sono ideali per riporre i tuoi effetti personali quando utilizzi il ciclismo, come telefoni, chiavi, contanti, portafogli, occhiali da sole, occhiali, fischietti, torce elettriche e attrezzatura da ciclismo
  • Alta traspirabilità e comfort: realizzata in poliestere di alta qualità e pad in gel specializzato, la maglia ciclismo donna e i salopette ciclismo sono traspiranti, leggeri, asciutti e morbidi e possono massimizzare la ventilazione e mantenerti fresco e confortevole durante le tue corse in bicicletta
  • Multi antiscivolo: le pinze in vita e i polsini corti dei pantaloni ciclismo donna sono entrambi dotati di strisce in gel antiscivolo che mantengono le cime e il fondo della bicicletta in posizione durante le attività della bici da strada. I polsini delle maniche sono muniti di elastici elastici che impediscono ai pantaloni mtb di scivolare verso gli sport all'aperto

Startlist

MOVISTAR TEAM

  • Liane LIPPERT
  • Mareille MEIJERING
  • Arlenis SIERRA
  • Paula PATINO
  • Sara MARTIN
  • Claire STEELS
  • Jelena ERIC

LIDL-TREK

  • Elisa LONGO BORGHINI
  • Gaia REALINI
  • Elisa BALSAMO
  • Lauretta HANSON
  • Brodie CHAPMAN
  • Lucinda BRAND
  • Lizzy DEIGNAN

UAE TEAM ADQ

  • Chiara CONSONNI
  • Silvia PERSICO
  • Eleonora Camilla GASPARRINI
  • Erica MAGNALDI
  • Elizabeth HOLDEN
  • Alena AMIALIUSIK
  • Dominika WLODARCZYK

SD WORX-PROTIME

  • Lotte KOPECKY
  • Blanka VAS
  • Marlen REUSSER
  • Niamh FISHER-BLACK
  • Chantal VAN DEN BROEK-BLAAK
  • Elena CECCHINI
  • Femke GERRITSE

UNO-X MOBILITY

  • Rebecca Koerner
  • Anouska KOSTER
  • Katrine AALERUD
  • Solbjork Minke ANDERSON
  • Marte BERG EDSETH
  • Joscelin LOWDEN
  • Mie Bjorndal OTTESTAD

TEAM VISMA | LEASE A BIKE

  • Fem VAN EMPEL
  • Carlijn ACHTEREEKTE
  • Femke DE VRIES
  • Mijntje GEURTS
  • Lieke NOOIJEN
  • Maud OUDEMAN
  • Rosita REIJNHOUT

TEAM DSM-FIRMENICH POSTNL

  • Juliette LABOUS
  • Eleonora CIABOCCO
  • Francesca BARALE
  • Becky STORRIE
  • Josie NELSON
  • Franziska KOCH
  • Nienke VINKE

ISRAEL PREMIER TECH ROLAND

  • Antri CHIRTOFOROU
  • Elena HARTMANN
  • Elena PIRRONE
  • Sofia COLINELLI
  • Giorgia VETTORELLO
  • Nathalie EKLUND
  • Thi That NGUYEN

LIV ALULA JAYCO

  • Mavi GARCIA
  • Ella WILLYE
  • Silke SMULDERS
  • Ruby ROSEMAN-GANNON
  • Amber PATE
  • Ingvild GASKJENN
  • Urska ZIGART

FENIX-DECEUNINCK

  • Pauliena ROOIJAKKERS
  • Aniek VAN ALPHEN
  • Ceylin Del Carmen ALVARADO
  • Sanne CANT
  • Millie COUZENS
  • Evy KUIJPERS
  • Greta MARTURANO

FDJ SUEZ

  • Cecilie UTTRUP LUDWIG
  • Loes ADEGEEST
  • Grace BROWN
  • Nina BUIJSMAN
  • Vittoria GUAZZINI
  • Alessia VIGILIA
  • Jade WIEL

CANYON // SRAM

  • Neve BRADBURY
  • Antonia NIEDERMAIER
  • Elise CHABBEY
  • Soraya PALADIN
  • Agnieszka SKALNIAK-SOJKA
  • Alice TOWERS
  • Maike VAN DER DUIN

AG INSURANCE-SOUDAL

  • Kimberly LE COURT PIENAAR
  • Julia BORGSTROM
  • Lore DE SCHEPPER
  • Justine GHEKIERE
  • Marthe GOOSSENS
  • Gaia MASETTI
  • Maud RIJNBEEK

CERATIZIT-WNT

  • Cedrine KERBAOL
  • Alice Maria ARZUFFI
  • Arianna FIDANZA
  • Laura ASENCIO
  • Mylene DE ZOETE
  • Marta JASKULSKA
  • Kathrin SCHWEINBERGER

HUMAN POWERED HEALTH

  • Giada BORGHESI
  • Katia RAGUSA
  • Silvia ZANARDIA
  • Ruth EDWARDS
  • Romy KASPER
  • Barbara MALCOTTI
  • Linda ZANETTI

COFIDIS

  • Martina ALZINI
  • Julie BEGO
  • Morgane COSTON
  • Sarah ROY
  • Nikola NOSKOVA
  • Hannah LUDWIG
  • Severine ERAUD

EF EDUCATION-CANNONDALE

  • Kim CADZOW
  • Letizia BORGHESI
  • Clara EMOND
  • Magdeleine VALLIERES
  • Nina KESSLER
  • Megan ARMITAGE

BEPINK-BONGIOANNI

  • Monica TRINCA COLONEL
  • Ana Vitoria MAGALHAES
  • Selene COLOMBI
  • Andrea CASAGRANDA
  • Nora JENCUSOVA
  • Prisca SAVI
  • Elisa VALTULINI

TASHKENT CITY WPCT

  • Mohinabonu ELMURODOVA
  • Madina KAKHOROVA
  • Nafosat KOZIEVA
  • Olga ZABELINSKAYA
  • Margarita MISYURINA
  • Anna KUSKOVA
  • Yanina KUSKOVA

ISOLMAT-PREMAC-VITTORIA

  • Beatrice ROSSATO
  • Valeria CURNIS
  • Sara MAZZORANA
  • Sara PEPOLI
  • Sonia ROSSETTI
  • Emanuela ZANETTI
  • Asia ZONTONE

LABORAL KUTXA-FUNDACION EUSKADI

  • Usoa OSTOLAZA
  • Nadia QUAGLIOTTO
  • Cristina TONETTI
  • Laura TOMASI
  • Debora LIVESTRI
  • Aileen SCHWEIKART
  • Ane SANTESTEBAN

TOP GIRLS FASSA BORTOLO

  • Giorgia BARIANI
  • Alice PALAZZI
  • Virgilia BORTOLI
  • Gaia SEGATO
  • Alessia MISSIAGGIA
  • Iris MONTICOLO
  • Chiara REGHINI

 

Letizia Nepomuceno

26 anni di Varese, aspirante giornalista e appassionata di ciclismo. Laureata in Lettere Moderne, pratica ciclismo a livello amatoriale. Le salite sono il suo habitat naturale e la scrittura è la sua grande passione insieme al ciclismo. Le piace raccontare il ciclismo femminile per promuovere un mondo in continua evoluzione e diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *