Granfondo Prestigio programma 2024: un anno tutto da scoprire e da pedalare

Un nuovo anno è iniziato e c’è chi non ha mai smesso di pedalare anche nelle più fredde giornate invernali rimanendo fedele alla strada o cimentandosi nelle gare fangose del ciclocross. C’è chi si è dato agli allenamenti indoor allenandosi sui rulli. Ancora, chi invece ha scelto di dedicarsi ad altri sport e attività, magari in palestra, o si è dedicato alla corsa, per non perdere la forma fisica ma staccare la spina dal ciclismo, almeno per qualche settimana o mese, in attesa di un clima più mite. Ognuno avrà fatto le proprie scelte, ma una cosa è certa, la stagione delle gare è alle porte e anche quest’anno si preannuncia un’annata ricca di appuntamenti che interessano tutto lo Stivale. Oggi vi illustreremo il calendario del Prestigio Cicloturismo 2024, che quest’anno giunge alla 29° edizione e si compone di 15 tappe attraversando 8 regioni. Per conquistare lo scudetto tricolore servirà portare a termine almeno sei gare del percorso più lungo, gli Over 65 e le donne saranno qualificati anche sulla media distanza. Fra le 15 Gran Fondo stabilite ci sono due “new entry” (BGY Airport e 5 Mila Marche), la Nove Colli e la Maratona delle Dolomiti sono prove “monumento” che potranno essere sostituite (una a scelta tra le due) da 5 sfide “alternative-fai da te” (Città di Fara in Sabina, Squali-Trek, La Stelvio Santini, Nova Eroica, Gran Fondo Segafredo). Le altre 8 prove sono “prove di diritto” (Laigueglia, Strade Bianche, Via del Sale-Fantini Club, Colnago Cycling, Nove Colli, Sportful Dolomiti Race, Maratona delle Dolomiti, Tre Valli Varesine).

Laigueglia

Il primo appuntamento dell’anno per molti amatori appassionati porta il nome di Granfondo Laigueglia. È questa la prima tappa per eccellenza dei granfondisti che quest’anno si svolgerà domenica 25 febbraio, il giorno successivo al Trofeo Laigueglia, primo appuntamento del ciclismo professionistico del panorama italiano. La Gran Fondo Laigueglia vedrà la sua 26° edizione e si tratta di una suggestiva gara che si svolge sul lungomare e nell’entroterra della Riviera delle Palme che (si spera) offrirà ai partecipanti un assaggio di primavera, con il suo clima mite tipico della località marina. Rappresenta la prima prova del GS Alpi (insieme alle Gran Fondo di Alassio, Torino e Gavia Mortirolo) e del Circuito Zero Wind Show. Partenza fissata alle ore 9 da Corso Badarò per percorrere un tracciato unico di 112 km con un dislivello di circa 1710 metri che porterà all’arrivo posto a Colla Micheri. La grande novità di quest’anno è il ritorno della salita che conduce nella località di Paravenna che caratterizza la seconda parte di gara.

Bestseller n. 1
URBZUE Kit Riparazione per Bici, Borsa con Striscia Riflettente e 16 in 1 Attrezzo Multifunzione da Bici con Kit di Patch e Leve del Pneumatico, Velcro Legato alla Bici, MTB e Bici da Strada
  • Completamente aggiornato: 16 in 1 strumenti per bici multifunzione, kit di riparazione forature (3 leve per pneumatici / 2 aste per pneumatici con leva in nylon / 12 toppe per pneumatici / 1 raspa per pneumatici in metallo), 4 - Valve Core, 1 - Valve Core Wrench , 4- Cappello con valvola, 2- Elastico, 1- Llave Allen/ 1- Custodia nera.
  • Pratico: kit di riparazione per bici multifunzione. Il kit di attrezzi viene fornito con tutto il necessario per una riparazione a breve termine sulla bici. Soprattutto per mountain bike o bici da trekking che a volte vengono spostate fuoristrada. Dovrebbe essere sufficiente per un'emergenza.
  • Strumento tutto in uno con 16 funzioni: Chiave esagonale a bussola 8/9/10 / mm, cacciavite a taglio, cacciavite a croce, prolunga per manicotto, chiave piatta 8/10/15 / mm, chiave per raggi / 14GE, chiave esagonale interna 2 / 2,5 / 3/4/5 / 6mm.
  • Facile da trasportare e comodo: Tutti gli utensili possono essere riempiti nella borsa di lavoro e attaccati alla sella della bicicletta per il viaggio e possono anche essere utilizzati separatamente come strumento di riparazione quotidiana per la casa.
  • Kit di riparazione per biciclette multiuso. Il nostro kit di riparazione delle forature adatta per riparare la maggior parte della bici, come mountain bike, road bike, bici pieghevole, bici per bambini, bici ordinaria o bicicletta fissa e così via.
Bestseller n. 2
ENGWE Attrezzo multifunzione per biciclette, strumento di riparazione 15 in 1 Kit di riparazione per biciclette in acciaio pieghevole
  • 【Strumenti Multifunzionali】 Progettato con una dimensione compatta, questo kit di attrezzi per la riparazione della bicicletta ha comunque le funzioni di base come il kit di attrezzi per la bicicletta. Questo attrezzo multiuso per biciclette include: 6 chiavi esagonali 6/5/4/3/2.5/2mm, 3 chiavi a tubo 8/9/10mm, 4 chiavi per raggi 10mm/15mm/8mm/14GE, estensione della chiave a tubo, cacciavite Phillips e cacciavite a taglio.
  • 【Impermeabile e Anti-arrugginito】 Questi attrezzi per la riparazione della bicicletta sono realizzati in acciaio al carbonio ad alta resistenza, che è il materiale preferito per la bicicletta da montagna, è impermeabile e antiruggine.
  • 【Adatta per Varie Occasioni】 Con la dimensione compatta e il materiale anti-arrugginito, questi attrezzi per la manutenzione della bicicletta funzionano bene sia in condizioni interne in garage che esterne in qualsiasi condizione atmosferica.
  • 【Specifiche】 Dimensioni: 3,54 pollici x 1,73 pollici x 1,18 pollici (9 cm x 4,4 cm x 3 cm), Peso: 220 g / 7,76 oz.
  • 【Consegna Rapida】Gli attrezzi multifunzionali per biciclette di Engwe sono conservati nel nostro magazzino in Europa e abbiamo rapporti a lungo termine con diversi corrieri per offrirvi un'esperienza di acquisto soddisfacente. Ricevete i vostri attrezzi per la riparazione della bicicletta in soli 3-7 giorni naturali.

Strade Bianche

La classica toscana per eccellenza (Granfondo Strade Bianche) si correrà domenica 3 marzo, percorrendo gli stessi sterrati su cui il giorno prima si misureranno i professionisti e le professioniste nella gara World Tour che da sempre attrae gli appassionati italiani e non solo che si stringono unanime per inneggiare i corridori che si accingono a varcare l’ingresso di Piazza del Campo, il cuore di Siena, dove saranno incoronati il vincitore e la vincitrice di questa sfida. La Gran Fondo partirà nel centro della città e porterà i corridori, km dopo km, ai diversi settori sterrati posti lungo il percorso. Due i tracciati a disposizione: il lungo di 138,5 km con 41,8 km sterrati e 2000 metri di dislivello e il medio di 87 km di cui 21,6 km di sterrato e 1350 metri di dislivello totale. I due percorsi si ricongiungeranno verso la fine della gara, dove gli ultimi chilometri che da Santa Cristina portano a Piazza del Campo sono caratterizzati da tratti in lastricato con pendenze che si aggirano intorno al 10%, con picchi del 16%, l’ultimo sforzo prima di entrare trionfalmente nella famosa piazza del Palio.

Bestseller n. 1
MOBUTOFU 2 Pz Accessori per Biciclette Attrezzatura da Ciclismo pettorali di Gara Porta Torcia per Bicicletta Porta Numero di Bicicletta Staffa del Numero di Gara Staffa di
  • Staffa per il numero di gara: leggera e facile da montare e rilasciare. si adatta alla maggior delle dimensioni del manubrio.
  • Attrezzatura da ciclismo: fissare con un bullone, montare saldamente e saldamente sul manubrio.
  • Staffa di : soddisfa la maggior delle dimensioni del manubrio. leggero, facile da montare e rilasciare.
  • Ciclismo: leggero, facile da montare e rilasciare.
  • Pettorine da gara: supporto per bici da ciclismo su strada, supporto per numero di gara, supporto per torcia per bicicletta, nero

Città di Fara in Sabina

La Granfondo Città di Fara in Sabina è una gara che si svolge tra i monti Sabini in programma domenica 24 marzo rappresenta la seconda prova del circuito laziale Pedalatium. Alla scoperta dei luoghi più suggestivi del centro Italia, la partenza è fissata a Passo Corese, in provincia di Rieti e si snoda attraverso due percorsi di 122 km e 85 km, con un dislivello di 2100 metri per il primo tracciato e 1450 metri per il secondo. Gli organizzatori hanno pensato anche ad un percorso cicloturistico Classico di 63 km, che può essere fatto anche nella sua versione Small di 35 km per chi vuole godersi il panorama laziale senza pensare al cronometro.

Via del Sale – Fantini Club

I nastri di partenza verranno tagliati domenica 7 aprile, quando da Cervia prenderà avvio la Granfondo Via del Sale che si articola in un percorso lungo di 152 km e 1957 metri di dislivello e uno medio di 105 km e 964 metri di dislivello. Sono quattro le salite del percorso lungo. La prima, quella di Monte Cavallo con i suoi 6,7 km ed una pendenza media del 5,4%. La seconda è la salita di Ciola da Linaro, anch’essa lunga poco più di 6 km al 6,5% di pendenza media. La terza salita, con i suoi 4,5 km, conduce da Bivio Borello a Montevecchio, emblematica montagna dove Marco Pantani era solito allenarsi e per questo ricordata come Cima Pantani, al cui apice si trova un monumento dedicato al Pirata. L’ultima salita è quella che da San Vittore, attraverso i suoi 6 km, conduce a Collinello da Paderno. Chi si cimenterà nel percorso medio affronterà soltanto le salite di Monte Cavallo e di Collinello da Paderno. Dato il dislivello abbastanza contenuto per entrambi i percorsi, non pare essere una gara riservata esclusivamente agli scalatori; tuttavia percorrendo i luoghi fantastici dell’entroterra romagnolo le emozioni certamente non mancheranno.

Colnago Cycling

La Colnago Cycling non è una semplice Gran Fondo, ma è una manifestazione sportiva a 360° che ogni anno propone agli appassionati moltissimi eventi per trascorrere un weekend all’insegna del divertimento e del ciclismo. Quest’anno la Gran Fondo si terrà domenica 7 aprile, ma gli eventi cominceranno addirittura a metà marzo, con l’apertura della mostra Colnago il 22 marzo presso il Castello di Desenzano del Garda. Si incomincerà a pedalare da venerdì 5 aprile con la Randonnée Giro del Lago di Garda e la Colnago Garda Gravel – Terra del Garda, due manifestazioni collaterali alla Gran Fondo che attrarranno moltissimi appassionati e turisti alla scoperta del Lago di Garda. Sabato 6 ci sarà un’altra manifestazione, la Gravel Colnago Garda Gravel – Sentieri della Battaglia, oltre agli eventi dedicati ai più piccoli e alle loro famiglie. Domenica 7 è il grande giorno: ore 7.30 partenza della Gran Fondo e della Medio Fondo. La prima copre la distanza di ben 140 km e 2010 metri di dislivello, la seconda è di 108 km e 1384 metri di dislivello.

BGY Airport Granfondo

Per la prima volta entra a far parte del Prestigio la BGY Airport Granfondo o, meglio, per la prima volta con questo nome, perché, quando è stato fondato il Prestigio nel lontano 1996, portava il nome di Gran Fondo Felice Gimondi. Partenza da Bergamo domenica 5 maggio da via Marzabotto e tre i tracciati: il lungo (162,1 km e 3050 metri di dislivello), il medio (128,8 km e 2100 metri di dislivello) e il corto (89,4 km con 1400 metri di dislivello). A caratterizzare la gara saranno le salite iconiche bergamasche, a partire dal Colle dei Pasta (3,4 km), il Colle del Gallo (7,4 km), per proseguire con la salita bergamasca per eccellenza, il Selvino (12,2 km) da Nembro, con i suoi 19 tornanti dedicati ciascuno ad un ciclista professionista bergamasco, la salita di Forcella di Bura (20,1 km), Forcella di Berbenno (5,5 km), per chiudere in bellezza gli sforzi della giornata con l’ultima scalata di Costa Valle Imagna (8,3 km), per un totale di circa 45 km di salita.

Squali-Trek

Domenica 12 maggio andrà in scena la Gran Fondo Squali-Trek che per il terzo anno consecutivo è compresa nel Prestigio. I più temerari se la ricorderanno forse per l’edizione 2023 che si svolse interamente sotto la pioggia, ma quest’anno confidiamo in una bella giornata di sole per goderla appieno. La 9° edizione della Gran Fondo adriatica si preannuncia già come una tre giorni di grande festa e di divertimento con manifestazioni gravel e altri eventi. Non una semplice gara, dunque, ma un evento che coinvolgerà tutti, dai più grandi ai più piccoli. Si partirà nei pressi dell’Acquario di Genova per arrivare a Gabicce Monte attraverso due percorsi: il lungo di 128 km con 2020 metri di dislivello e il medio di 84 km e 1393 metri di dislivello.

Nove Colli

La 59° edizione della Nove Colli di Cesenatico prenderà il via domenica 19 maggio ed è la prima prova “monumento” del Prestigio. La regina romagnola delle Gran Fondo, che lo scorso anno è stata rimandata a settembre a causa dell’alluvione, propone due tracciati storici di 194 km e 3880 metri di dislivello e di 130 km con un dislivello di 1871 metri. Non mancheranno anche in questo caso gli eventi collaterali alla gara, come la fiera Ciclo & Vento e la Mini Gran Fondo, una pedalata ecologica per ragazzi dai 7 ai 14 anni che si disputerà nel nuovo Ciclodromo di Villamarina sabato 18 maggio. Per maggiori informazioni su come affrontare questo evento vi consigliamo di leggere l’articolo relativo a come preparare la Nove Colli.

La Stelvio Santini

La Granfondo Stelvio Santini è un’impresa mozzafiato sui panorami alpini che quest’anno andrà in scena il giorno della Festa della Repubblica, domenica 2 giugno. Da sempre questa gara non lascia scampo alla fatica con i suoi percorsi unici e le sue iconiche salite. Il percorso lungo misura 130 km e affronterà 4270 metri di dislivello, un gran bell’impegno che potrà essere affrontato non soltanto dagli “scalatori puri” ma da chiunque abbia il coraggio di mettersi in gioco (dopo un bel po’ di allenamento però!). Il percorso medio prevede 108 km e 3050 metri di dislivello, mentre quello corto è di 64 km con 2280 metri di dislivello. Si parte da Bormio a quota 1225 metri per scendere verso Sondalo, Rogorbello e Tovo. Per il lungo inizierà la prima scalata della giornata, quella del Passo della Foppa o Passo del Mortirolo. 11 km da Sernio, dove ci sarà il primo rilevamento cronometrico, per raggiungere il lago di Guspessa che porrà fine alla salita e, anche se per poco, alle sofferenze. In mezzo ci sono 1200 m da scalare e una pendenza media di circa il 10%, con picchi fino al 16%. Il percorso medio non si impegna sulla salita del Mortirolo, ma da Sernio prosegue direttamente in direzione Bormio dove, ad attendere i corridori, ci sarà il secondo grande molosso da scalare, il fatidico Passo dello Stelvio, una delle più belle e impegnative salite d’Europa. Si salirà fino a quota 2758 metri e i chilometri da scalare i saranno 21 della cosiddetta Valle del Braulio articolata in ben 40 interminabili tornanti. Anche questa salita è cronometrata e una volta giunti in cima ci sarà l’arrivo dei tre percorsi. Il tracciato corto da Bormio si dirige direttamente verso Sondalo, con l’unica scalata del Passo dello Stelvio.

Sportful Dolomiti Race

Feltre ospiterà la 10° prova del Prestigio domenica 16 giugno con la Sportful Dolomiti Race. I numeri del percorso lungo parlano da soli: 200 km, 5000 metri di dislivello e quasi 65 chilometri di salita. Il percorso medio misura 123 km con 3130 metri di dislivello, con le salite di Forcella Franche, Passo Duran, Forcella Staulanza, Forcella Aurine, la scalata del Passo Cereda da Sagron, per finire con l’ultima salita che da Ponte Oltra porta alla Croce d’Aune. Il tracciato medio presenta le stesse salite ad esclusione del Passo Duran e di Forcella Staulanza. Quella bellunese sarà una prova di testa, cuore e gambe e sicuramente tanta fatica, ma ciò che non deve mancare è il divertimento che accompagnerà i partecipanti dal primo all’ultimo chilometro. Anche questa manifestazione prevede la Mini Gran Fondo Sportful – Franco Ballerini, che si disputerà sabato 15 giugno, una gara dove protagonisti saranno i bambini che, accompagnati dalle loro famiglie, prenderanno parte al divertimento.

Nova Eroica

la Nova Eroica è una gara che unisce passato e presente, ricordi di imprese eroiche e nuove avventure, che dagli spettacolari percorsi in sterrato delle Crete Senesi conduce nel cuore dei vigneti del Chianti. Domenica 22 giugno la Nova Eroica sorprenderà tutti con la sua formula All Road, i partecipanti potranno utilizzare bici da corsa, ma anche mtb, bici da ciclocross e bici gravel per cimentarsi in un’esperienza a dir poco unica. Tre i percorsi “Eroici”: il lungo di 131 km e 1870 metri di dislivello, il medio che copre una distanza di 95 km con 1340 metri di dislivello e il percorso cicloturistico non competitivo di 65 km e 920 metri di dislivello privo di tratti cronometrati. Ci saranno poi altri due brevi percorsi anch’essi non competitivi (di 25 e di 16 km) alla scoperta delle strade bianche.

Maratona delle Dolomiti

Grande attesa per la Maratona delle Dolomiti. Saranno “soltanto” 9 mila i fortunati che sono stati estratti a novembre tra gli oltre 30 mila preiscritti che prenderanno parte alla Gran Fondo delle Gran Fondo, la Maratona delle Dolomiti, che, come ogni anno, si svolge la prima domenica di luglio, quest’anno il 7. Invariati i tracciati rispetto alle precedenti edizioni. Il percorso Maratona misura 138 km e ha un dislivello di 4230 metri con le scalate del Passo Campolongo (1845 m), Passo Pordoi (2239 m), Passo Sella (2244 m), Passo Gardena (2121 m), Passo Giau (2236 m), Passo Valparola (2200 m) e per finire il Mür dl Giat (1472 m). il percorso Medio è di 106 km e 3130 m di dislivello, mentre il percorso Sellaronda di 55 km e 1780 metri di dislivello.

Gran Fondo Segafredo

Domenica 15 settembre le colline del trevigiano ricolme di vigneti ospiteranno la 5° edizione della Gran Fondo Segafredo, che partirà dalla località di Possagno alla scoperta dei territori veneti in un percorso unico di 108,5 km e 1600 metri di dislivello. Il “piccolo Fiandre” del Veneto porterà alla scoperta delle terre del Prosecco e nella giornata di sabato sarà possibile prendere parte ad un percorso Gourmet per immergersi ancora di più nella bellezza del territorio.

5 Mila Marche

Molto bella e attesa è anche la 5 Mila Marche. La penultima prova del Prestigio 2024 porta gli appassionati nelle Marche, con una Gran Fondo nuova per il Prestigio che giunge alla sua 4° edizione. I nastri di partenza verranno tagliati domenica 22 settembre da Porto Recanati, lo splendido borgo di pescatori che si affaccia sul mare. I percorsi saranno due, il lungo da 112 km e il medio da 82 km e, anche se non ci saranno lunghe salite impervie, non mancherà il dislivello, caratterizzato dai cosiddetti “mangia e bevi”, che per il lungo è di 1660 metri e per il medio di 1220 metri. Nella giornata di sabato si svolgerà la manifestazione Gravel e la Randonnée.

Tre Valli Varesine

Ultima tappa del Prestigio, ma non certo per importanza, è la Gran Fondo Tre Valli Varesine del 6 ottobre, che rappresenta la tappa conclusiva del circuito Specialized Gran Fondo Series, dopo le gare di Bra (Fenix Bra-Bra Langhe Monferrato Roero), Courmayeur (La MontBlanc GF FollowYourPassion) e di Sestriere (Sestriere – Colle delle Finestre). La Gran Fondo della Città Giardino, che ospitò il Mondiale nel 2008, è anche gara valida per le qualificazioni Campionati del Mondo di Gran Fondo UCI 2025. Come da tradizione, le competizioni avranno inizio nella giornata di sabato, con la 3° Tre Valli Varesine Gravel Experience, manifestazione non competitiva alla scoperta dei suggestivi paesaggi del Varesotto, attraverso strade e sentieri sia asfaltati che sterrati, percorribili con bici gravel, mountain bike e anche con e-bike. Nel pomeriggio ci sarà la prova a cronometro con partenza e arrivo all’Ippodromo di Varese, in cui i partecipati si sfideranno contro il tempo per qualificarsi ai Campionati del Mondo UCI 2025. La gara di domenica, anch’essa valida per le qualificazioni ai Campionati del Mondo UCI 2025, prevede due percorsi: il lungo di 126 km con 2100 metri di dislivello e il medio di 100 km e 1600 metri di dislivello.

Letizia Nepomuceno

26 anni di Varese, aspirante giornalista e appassionata di ciclismo. Laureata in Lettere Moderne, pratica ciclismo a livello amatoriale. Le salite sono il suo habitat naturale e la scrittura è la sua grande passione insieme al ciclismo. Le piace raccontare il ciclismo femminile per promuovere un mondo in continua evoluzione e diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *