Nella tappa degli Emirati, la terza in programma dello UAE Tour, Adam Yates si è imposto per distacco su Tadej Pogacar, arrivato a 1’03”, e Alexey Lutsenko, staccato di un minuto e mezzo. Grazie a questo successo il capitano della Mitchelton-Scott veste la maglia rossa di leader della classifica generale.

Attacco in salita

Sulla salita finale di 10 km che portava a Jebel Hafeet il corridore britannico è riuscito a staccare tutti con delle accelerazioni violente. Eppure si trattava della sua prima gara stagionale. “Sono partito da solo per testare le gambe e vedere chi mi avrebbe seguito – ha dichiarato Yates – e così trarre le mie conclusioni. Rimasto solo sono andato a tutto gas ed è andata bene, anche se oggi faceva molto caldo, intorno ai 37° per gran parte della corsa. È la mia prima gara dell’anno, quindi non conoscevo la mia condizione e non sapevo chi avrebbe avuto la forza di seguirmi, anche perché c’erano molti giovani che si sono presentati al via. Mi sento ancora giovane, ma invecchio ogni anno. Adesso devo solo stare attento nelle tappe che rimangono e cercare di vincere la classifica generale”.

 

Tadej Pogacar
Tadej Pogacar

Il secondo al traguardo

Buona anche la prova di Tadej Pogacar. Il giovane kazako è arrivato secondo sul traguardo, è secondo anche in classifica generale ed è leader della maglia bianca di miglior giovane. “Potrei essere un po ‘deluso dal non aver vinto, ma ho visto quanto fosse in forma Adam [Yates]. – ha ammesso il corridore della UAE Team Emirates – Avrei potuto seguirlo più a lungo, ma sicuramente avrebbe vinto comunque perché era nettamente il più forte. Avrei potuto perdere con un distacco minore. Di sicuro proverò ad attaccarlo in salita quando torneremo qui tra due giorni, ma potrebbe essere ancora troppo forte per me”.

Adam Yates sul podio
Adam Yates sul podio

Le prossime tappe dello UAE TOUR

Per il momento la maglia di Yates dovrebbe però essere al sicuro. Domani infatti non ci sono asperità da affrontare nella quarta tappa che si svolgerà quasi esclusivamente per per le strade di Dubai. Dopo essere partiti da Zabeel Park, i corridori affronterano sezioni del percorso classico con la famigerata traversata di Mushrif Park e Motor City prima di affrontare il traguardo in City Walk. Sarà una frazione per le ruote più veloci del gruppo con una curva finale a 500 m dall’arrivo per l’entrata nel City Walk e una strada particolarmente larga su un facile pavè.

Percorso quinta tappa UAE TOUR
Percorso quinta tappa UAE TOUR

L’appuntamento per gli scalatori è invece per il 27 febbraio con un altro arrivo a Jebel Hafeet che promette spettacolo. Il vincitore della classifica generale si deciderà lì.

Di Francesco Papa

La passione per il ciclismo di Francesco scattò invece nel 1993 quando vide Argentin in rosa al Giro d’Italia passare di fronte a casa sua. Da allora scrittura e pedali sono andati di pari passo, ogni tanto la bicicletta scattava ma poi veniva raggiunta dalla scrittura e viceversa. Ora sono entrambe qui, pronte a giocarsela in volata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons
Questo sito non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. Gazzetta del Ciclismo è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Gazzetta del Ciclismo.