Vincenzo Nibali era impegnatissimo nella preparazione di avvicinamento ad un Giro d’Italia 2020, che speriamo ancora di poter vedere, e alle Olimpiadi di Tokyo 2020 che lo avrebbero visto tra i grandi protagonisti al via. Non vediamo l’ora di vederlo in azione e di ammirare la nuova squadra messa appunto dalla Segafredo per lui. Il nostro Squalo intanto non si tira indietro, non lascia spazio al rammarico e appare combattivo come siamo abituati a conoscerlo.

Tokyo 2020 era un obiettivo della mia stagione, forse il più importante”. Ha dichiarato Nibali, affermando poi che “lo slittamento di un anno non cambia le mie aspirazioni. Fin da ora, posso affermare che programmerò la mia preparazione per arrivare prontissimo all’appuntamento“. Avanti tutta squalo siamo con te, Vincenzo può continuare a stupirci anche nel 2021 ed intende farlo nonostante abbia un anno in più nelle gambe.

Una scelta giusta, anche per  Nibali

Nibali sottolinea poi che la scelta del Comitato Olimpico è stata corretta. La salute viene prima dello sport e questo è evidente a tutte le persone che come lui mostrano intelligenza e buonsenso.

Il Comitato Olimpico ha fatto la scelta giusta. In questo momento il mondo deve concentrare i suoi sforzi per combattere l’emergenza. Lo sport può aspettare. E nel 2021 saremo pronti per celebrare, tutti insieme, la sua rinascita“.

Nel frattempo continua ad allenarsi e a confrontarsi con il mondo ciclistico virtuale. Una lotta che porta nuovi stimoli nell’allenamento e che permette ai ciclisti di mantenersi in forma, in attesa di poter tornare a macinare chilometri con le nostre amate bici da corsa.

Avanti tutta così, Squalo Nibali, non vediamo l’ora di vederti con un numero sulle spalle. Pronti a tifare per te, con gratitudine e passione, con la certezza che comunque vada sarà un successo grazie al tuo saper mettere il cuore in ogni gara, in ogni discesa, in ogni salita. Dove c’è la possibilità di far gioire il ciclismo italiano, lo squalo c’è, sfidando l’incedere del tempo e sapendo che resterà nella storia del ciclismo. #Iorestoincasa

Di DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel (poco) tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons
Questo sito non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. Gazzetta del Ciclismo è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Gazzetta del Ciclismo.