Alexey Lutsenko dell'Astana Pro Team ha fatto segnare il miglior tempo individuale di tappa

Sabato 18 aprile 2020 si è svolta la prima tappa del Giro d’Italia Virtual. È l’Astana Pro Team ad indossare la prima Maglia Rosa del Giro d’Italia Virtual. Grazie alle prestazioni dei suoi corridori Alexey Lutsenko (44’41”, miglior tempo individuale di tappa) e Davide Martinelli che hanno realizzato il miglior tempo complessivo di 1h35’04”, il team kazako guida la Classifica Generale. Secondo posto per la Nazionale italiana, che ha corso con Elia Viviani e l’Under 23 Samuele Zoccarato, staccata di 6’46”. Terzo, a 9’40” dall’Astana Pro Team, il Team Bahrain-McLaren (Fred Wright e Grega Bole).

Pink race

Nella Classifica Generale della Pink Race guida il team Trek-Segafredo (tempo complessivo di 2h10’04”) grazie alle prestazioni di Elisa Longo Borghini (1h01’02”, miglior tempo individuale di tappa) e Lizzie Deignan, davanti alle portacolori della Nazionale italiana Maria Giulia Confalonieri e Arianna Fidanza, seconde con un distacco di 4’18”. Terza la Movistar Team Women a 11’03”.

 

Ora tocca agli appassionati correre il Giro d’Italia Virtual

Domenica 19 aprile 2020 saranno di scena i grandi ex (Legends), insieme agli appassionati, con Ivan Basso, Stefano Garzelli, Alessandro Ballan, Claudio Chiappucci, Andrea Tafi, Stefano Allocchio e Alessandro Bertolini. Diventano sette gli sponsor dell’iniziativa con l’entrata di Segafredo. Già oltre 4.000 le iscrizioni che restano aperte sul sito www.garminvirtualride.com/it. Continua la raccolta fondi a favore della Croce Rossa Italiana su www.retedeldono.it/giro. Il dopo tappa disponibile sul sito e sui canali social del Giro d’Italia con il Direttore della Corsa Rosa Mauro Vegni, Elia Viviani e Ivan Basso. Sarà inoltre possibile seguire il live della gara, così come è stato per quella dei professionisti sul sito del Giro d’Italia Virtual.

Le dichiarazioni di Viviani

Il Campione Europeo Elia Viviani, che ha pedalato oggi per la Nazionale Italiana ha sottolineato come: “Sicuramente l’iniziativa è ottima. In un periodo così è giusto trovare nuove vie perché il ciclismo possa dare qualcosa ai suoi fan e possa anche fare del bene attraverso le donazioni a favore della Croce Rossa che sono legate a questo Giro d’Italia virtuale. Come atleta dico anche che sono contento di partecipare. È uno sforzo importante da gestire, una vera e propria simulazione con salite vere tipo quelle della tappa che su cui ho pedalato oggi. Invito tutti a partecipare perché è un’esperienza”.

Il campione europeo impegnato nella prima tappa del Giro d’Italia Virtual

Di Francesco Papa

La passione per il ciclismo di Francesco scattò invece nel 1993 quando vide Argentin in rosa al Giro d’Italia passare di fronte a casa sua. Da allora scrittura e pedali sono andati di pari passo, ogni tanto la bicicletta scattava ma poi veniva raggiunta dalla scrittura e viceversa. Ora sono entrambe qui, pronte a giocarsela in volata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons
Questo sito non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. Gazzetta del Ciclismo è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Gazzetta del Ciclismo.