Altezza-Bici-Sella

La regolazione dell’altezza della sella è un aspetto davvero fondamentale per ogni ciclista. Questa rappresenta infatti il parametro principale per il giusto assetto di ogni ciclista. Si tratta anche di un dato importantissimo per la trasmissione della nostra potenza alla bici. Infatti più noi alziamo la sella, più trasmettiamo in modo ottimale la nostra spinta. Questo avviene però ovviamente fino al raggiungimento di un punto x considerato ottimale. A partire da quel punto, un ulteriore alzamento della sella farebbe decrescere la potenza trasmessa ai pedali.

La posizione della sella deve avere anche un’influenza positiva sul confort perché questo aspetto ci permette di trascorrere più ore in sella senza avvisare dolori troppo fastidiosi. La corretta posizione ci consente quindi poi di evitare infortuni che possono essere generati da posizioni scorrette. Vediamo come si calcola l’altezza della sella.

Calcolo con metodo statico

Con questo metodo possiamo determinare la giusta altezza della sella, stando fermi e simulando la pedalata.

generico-bici-gamba

Posizionate la bici su un rullo di allenamento o, se non lo avete, appoggiatevi ad una parete in modo da poter mantenere l’equilibrio stando fermi sulla vostra bici. Agganciate entrambe le tacchette e distendente interamente una gamba, come nell’immagine. Se quando arrivate al punto morto inferiore la gamba non è totalmente distesa, significa che dovete alzare ancora un po’ la sella. Quando la gamba sarà totalmente distesa allora avrete trovato l’altezza giusta della sella.

Quindi riepilogando: se la gamba rimane flessa alzate la sella, se invece il piede perde il contatto con il pedale abbassate leggermente la sella. Ovviamente è importante svolgere questa operazione con le scarpette e con le tacchette, in modo da utilizzare anche lo spessore di queste componenti.

Calcolo matematico per determinare l’altezza della sella

Un altro metodo molto utilizzato, per chi non vuole affidarsi alle “sensazioni personali” è quello matematico. Per utilizzare questo sistema sarà sufficiente misurare l’altezza del proprio cavallo espressa in centimetri e moltiplicarlo per 0,883. In questo modo otterrete l’altezza più adatta per voi. Un buon metodo potrebbe essere quello di integrare questi due sistemi. Ovvero partire dalla misura trovata con il calcolo matematico e verificarlo con la prova pratica descritta in precedenza. Il dato relativo al cavallo di un ciclista si ottiene misurando la distanza tra il pavimento e la zona inguinale in cui si congiungono gli arti inferiori. Il nostro consiglio è quindi quello di integrare i due metodi.

Se invece avete dei dubbi, non vi sentite comodi con la vostra posizione in sella o volete la certezza di essere ben posizionati potrebbe essere una buona norma rivolgersi ad un biomeccanico che potrà aiutarvi ad individuare la posizione corretta per voi, attraverso metodi dinamici molto complessi che non possono essere riprodotti in casa. Questo può essere particolarmente utile anche se avete uno stile di pedalata particolare, ovvero che tende a tenere le dita flesse in avanti o al contrario tendente ad inclinare il tallone.

Di DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel (poco) tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons
Questo sito non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 2001. Gazzetta del Ciclismo è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Gazzetta del Ciclismo.