La zampata del diavolo della Tasmania, terza tappa a Caleb Ewan

Velocità, lotta, tutto col fiato in gola…in poche parole spettacolo puro di Caleb Ewan

La 3° tappa da Nizza a Stisteron si conclude così come da copione con una volata, ma il finale è da brividi.

Slalom per la vittoria

Una tappa interlocutoria che non ha cambiato nulla nella classifica generale, ma che ha saputo regalare spettacolo all’arrivo. Dopo le fughe di giornata valide per i punti sia della maglia a pois (Cosnefroy -AG2R la Mondiale) che della maglia verde (Sagan – Bora) il gruppo torna compatto a circa 60 km dall’arrivo. Da sottolineare la coraggiosa azione di Cousin (Total Direct Energie) che resiste in testa e in solitaria per oltre 100 km.

Le squadre dei velocisti si organizzano e iniziano a tirare a un ritmo forsennato e gli ultimi 50 km sembrano una cronometro con il gruppo in fila indiana. L’arrivo è di quelli che preannuncia spettacolo, con un lunghissimo rettilineo interrotto solo a 2 km dal traguardo da una rotonda. Solo il vento contrario poteva sbaragliare le carte. La volata è quindi preannunciata e parte prestissimo, già a un km tutti i capitani sono schierati dietro i propri uomini. Nello sprint si distingue Sam Bennet che lanciatissimo vede il traguardo, ma dietro, protetto dal vento parte Ewan (Lotto-Soudal) che con un incredibile slalom supera in rapida progressione Nizzolo (terzo alla fine) e proprio Bennet vincendo di mezza ruota. Un’azione bella quanto efficace che dimostra la scaltrezza e la forza del piccolo velocista australiano che conquista la sua quarta vittoria al Tour.

Delusione finale per i nostri velocisti con Nizzolo, terzo, Trentin e Viviani ancora fuori dai giochi.

Oggi si comincia a salire

Oggi quarta tappa  da Sisteron-Orcières Merlette, di 160,5 km con il primo entusiasmante arrivo in salita. L’attesa è per gli uomini di classifica per capire se inizieranno a scoprirsi o giocheranno ancora d’attesa. Resta in gioco Alaphilippe che potrebbe trovare giovamento dai continui tatticismi e mantenere la propria leadership.

Acquista il tuo abbigliamento personalizzato!

Vincenzo Davide Catania

Vincenzo Davide Catania ha 35 anni e vive tra i ridenti colli di Bologna dove lavora come Chirurgo Pediatra presso l’Ospedale Sant’Orsola. Sposato con una donna meravigliosa che gli ha regalato 2 piccoli angeli, Giulia ed Emanuela. La passione per il ciclismo riemerge nei ricordi adolescenziali delle epiche imprese del Pirata, delle roboanti vittorie di Cipollini e Petacchi e delle imprese, nelle fredde terre del Nord, di Bartoli. Passista per natura e vocazione, nel poco tempo libero, spesso rubato al sonno alle prime luci dell’alba, coltiva la propria passione per la bici in una sfida costante con se stesso nella scoperta di nuovi e stimolanti percorsi che lo riportino ad un contatto puro con la natura delle montagne e del bosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Gazzetta del Ciclismo partecipa al programma associati di Amazon Services LLC e di altri store. Potrebbe ricevere una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti sul sito.