Un’inarrestabile Lotte Kopecky domina la Danilith Nokere Koerse Women 2024 confermando il successo dello scorso anno alla corsa belga

È ancora il nome di Lotte Kopecky a comparire sui titoli dei giornali per un’altra vittoria, questa volta conquistata in Belgio alla Danilith Nokere Koerse Women. La classica del pavé disputata ieri da Nokere a Koerse di 127 chilometri e i suoi 20 settori di pavé, è stata vinta per il secondo anno consecutivo dalla belga del Team SD Worx-Protime, ancora fresca del successo ottenuto sabato scorso alle Strade Bianche.

Bestseller n. 1
URBZUE Kit Riparazione per Bici, Borsa con Striscia Riflettente e 16 in 1 Attrezzo Multifunzione da Bici con Kit di Patch e Leve del Pneumatico, Velcro Legato alla Bici, MTB e Bici da Strada
  • Completamente aggiornato: 16 in 1 strumenti per bici multifunzione, kit di riparazione forature (3 leve per pneumatici / 2 aste per pneumatici con leva in nylon / 12 toppe per pneumatici / 1 raspa per pneumatici in metallo), 4 - Valve Core, 1 - Valve Core Wrench , 4- Cappello con valvola, 2- Elastico, 1- Llave Allen/ 1- Custodia nera.
  • Pratico: kit di riparazione per bici multifunzione. Il kit di attrezzi viene fornito con tutto il necessario per una riparazione a breve termine sulla bici. Soprattutto per mountain bike o bici da trekking che a volte vengono spostate fuoristrada. Dovrebbe essere sufficiente per un'emergenza.
  • Strumento tutto in uno con 16 funzioni: Chiave esagonale a bussola 8/9/10 / mm, cacciavite a taglio, cacciavite a croce, prolunga per manicotto, chiave piatta 8/10/15 / mm, chiave per raggi / 14GE, chiave esagonale interna 2 / 2,5 / 3/4/5 / 6mm.
  • Facile da trasportare e comodo: Tutti gli utensili possono essere riempiti nella borsa di lavoro e attaccati alla sella della bicicletta per il viaggio e possono anche essere utilizzati separatamente come strumento di riparazione quotidiana per la casa.
  • Kit di riparazione per biciclette multiuso. Il nostro kit di riparazione delle forature adatta per riparare la maggior parte della bici, come mountain bike, road bike, bici pieghevole, bici per bambini, bici ordinaria o bicicletta fissa e così via.
OffertaBestseller n. 2
Estralia Borsa da Manubrio Bici, Accessori per Bici Borsa da Bici Telaio Impermeabile, Borsa Portacellulare per Bicicletta con TPU Screen, Borsa Bici mtb Antigraffio Adatta a Phone Sotto i 6,7''
  • Design Sofisticato: Questa borsa da telaio per telefono da bicicletta è appositamente progettata per gli appassionati di ciclismo per garantire la stabilità e la sicurezza del telefono durante la guida. Questa marsupio bici consente ai ciclisti di utilizzare e controllare i propri telefoni cellulari in modo semplice e sicuro durante la guida. La borsa porta cellulare è adatta per telefoni cellulari sotto i 6,7 pollici.
  • Altamente Impermeabile: La borsa di portacellulare per bicicletta è realizzata in TPU materiale impermeabile e antigraffio per proteggere il telefono dalla pioggia e dagli spruzzi d'acqua. La cerniera sigillata a due vie e la tecnologia di stampaggio integrata nella pellicola superiore riducono efficacemente la penetrazione dell'acqua piovana e migliorano notevolmente le prestazioni di impermeabilità.
  • Compatibile con il touch screen: Il portacellulare da manubrio bici è dotato di una copertura touch screen in TPU trasparente. Il touchscreen ha un'elevata sensibilità e chiarezza, consentendo agli utenti di utilizzare facilmente il telefono durante la guida. È conveniente sia guardando la navigazione della mappa, rispondendo alle chiamate o ascoltando musica.
  • Comodo Spazio di Archiviazione: La borse per cellulare da bici è dotata di spazio di archiviazione interno, comodo per riporre telefoni cellulari, batterie, gel energetico, piccoli kit di riparazione, chiavi, contanti o carte di credito, ecc. La borsa è adatta per lunghi viaggi e l'ampio spazio interno la rende la compagna perfetta durante la guida, adatta a vari modelli di biciclette, come mountain bike(mtb), bici da strada.
  • Installazione Semplice: La borsa per telefono da bicicletta è semplice e facile da montare e smontare. I 3 cinturini in velcro sono stabili e abbastanza resistenti da garantire la possibilità di fissare o rimuovere il borsa dalla bici manubrio in pochi secondi. Non sei soddisfatto del prodotto entro 30 giorni e promettiamo che puoi ottenere un rimborso. In caso di domande, ti preghiamo di contattarci, ti risponderemo entro 24 ore.

La campionessa iridata, ai meno 10 chilometri dalla conclusione, si è resa protagonista di un assolo che le ha permesso di avvantaggiarsi sul drappello di atlete in testa alla corsa composto dalla compagna di squadra Lorena Wiebes, dalla cubana Arlenis Sierra (Movistar Team Women) e dall’americana Lily Williams (Human Powered Health) e dirigersi in solitaria sull’ultimo tratto in pavé per tagliare il traguardo, prima alzando le braccia al cielo, poi indicando, ancora una volta, quell’arcobaleno speciale cucito sulla sua maglietta. Maglietta che all’arrivo mostrava un segno particolare, uno strappo in corrispondenza della spalla sinistra dovuto a una caduta di gruppo nella quale la stessa Kopecky è rimasta coinvolta quando mancavano circa 100 chilometri all’arrivo, ma che non ha avuto conseguenze.

Un abile gioco di squadra del Team SD Worx-Protime ha fatto sì che le atlete candidate alla vittoria fossero, chilometro dopo chilometro, sempre meno e tra queste il nome di Lotte Kopecky era tra i favoriti. Completano il podio Lorena Wiebes (Team SD Worx-Protime) e Lily Williams (Human Powered Health).

Molte le analogie con la gara dell’anno scorso se si guarda la dinamica della corsa, ma diverse, forse, le emozioni provate dall’atleta belga in questo giorno speciale. Nella passata edizione della Danilith Nokere Koerse, la Kopecky aveva sorpreso le avversarie quando mancavano circa dodici chilometri alla conclusione e, anche in quel caso, il traguardo lo aveva raggiunto in solitaria, davanti ancora una volta alla compagna Wiebes e a Marta Bastianelli (UAQ Team Adq). In quell’occasione, però, Lotte aveva tagliato il traguardo con il capo chino e le lacrime agli occhi, senza alzare le braccia al cielo come fanno le vincitrici. L’anno scorso Lotte quella gara non avrebbe dovuto neppure correrla perché appena quattro giorni prima era stata colta da un lutto familiare, la morte del fratello Seppe al quale era molto legata.

Questo fatto la dice lunga sulla forza e il coraggio della giovane donna di 28 anni, che dopo i momenti dolorosi che possiamo solo immaginare aver vissuto, ha trovato le forze per guardare avanti e vincere ancora e sempre di più. Forse Lotte aveva solo bisogno di fuggire: fuggire dai pensieri che la intrappolavano e non le lasciavano una via di fuga. Fuggire dal dolore di perdere una persona cara con cui era cresciuta. Fuggire dalla crudeltà e dall’ingiustizia del mondo. Fuggire da se stessa. Il 15 marzo 2023 Lotte era fuggita e aveva vinto, spiazzando tutti. Il 13 marzo 2024 Lotte è fuggita ancora, questa volta quando mancavano 10 chilometri all’arrivo, e ha vinto ancora dimostrando una maturità e un talento incredibili.

Cosa è cambiato rispetto all’anno scorso? Oggi Lotte era sorridente, le braccia al cielo le ha alzate, il volto sporco di fango era sorridente. È stata una Lotte convincente, consapevole dei propri mezzi e soprattutto affamata di vittoria.

La stagione è appena iniziata, ma dopo un avvio nettamente dominato dalla campionessa del mondo in carica e in generale dal Team SD Worx-Protime non possiamo non aspettarci grandi imprese che vedranno protagonista lei e la sua formazione, anche se niente è già scritto e i prossimi appuntamenti potranno riservarci qualche inattesa e avvincente sorpresa.

Letizia Nepomuceno

26 anni di Varese, aspirante giornalista e appassionata di ciclismo. Laureata in Lettere Moderne, pratica ciclismo a livello amatoriale. Le salite sono il suo habitat naturale e la scrittura è la sua grande passione insieme al ciclismo. Le piace raccontare il ciclismo femminile per promuovere un mondo in continua evoluzione e diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *