La mantellina da ciclismo è un prodotto essenziale per le nostre uscite in bici. Sarebbe infatti buona norma averla sempre con sé in ogni occasione, anche nelle giornata soleggiate in cui si è sicuri che non vi sarà pioggia. Contrariamente a quanto pensano alcuni infatti, la mantellina non serve soltanto come protezione antipioggia. Serve soprattutto anche per ripararsi dal vento, soprattutto quando si è in discesa, e dai colpi di freddo. Diventa letteralmente indispensabile quando si è sudati, per evitare di ammalarsi e per proteggere il nostro corpo da pericolosi sbalzi termici.

Vediamo allora come deve essere una buona mantellina, cercando di non dilungarci ma dandovi tutte le informazioni essenziali. In fondo all’articolo troverete poi i modelli attualmente più venduti. Partiamo da alcune semplici precisazioni:

  • la mantellina da ciclismo dovrebbe essere attillata o comunque mai troppo larga, per non creare problemi durante la pedalata e facilitare l’aerodinamicità;
  • dovrebbe coprire il corpo in modo impermeabile, consentendo però all’umidità corporea di uscire. In una parola, traspirante;
  • esistono vari tipe di mantelline, per tutte le tasche. Noi riteniamo non indispensabile spendere cifre da capogiro per una mantellina per bici da corsa, a meno che non si passi molte molte ore in bici. Comunque sarà utile evitare modelli troppo economici che possono servire a poco e risultare totalmente inefficaci.

Caratteristiche del tessuto

Come abbiamo già visto una buona mantellina dovrebbe essere impermeabile e traspirante. Esistono diversi tessuti che permettono di raggiungere questo risultato, con un grado diverso di soddisfazione. E’ importante che sia previsto uno strato interno, altrimenti la mantellina si attaccherebbe alla pelle sudata, con un effetto molto fastidioso. Un consiglio molto utile è quello di valutare il grado di impermeabilità. Infatti una giacca waterproof, può essere resistente all’acqua ma non impermeabile.

Se come abbiamo detto la mantellina non deve essere troppo larga, è però importante che sia abbastanza lunga. Questo perché deve coprire il ciclista anche quando si “allunga” in posizione da discesa, sia lungo la schiena che ai polsi. Da valutare anche l’eventuale presenza della cerniera, che consente di indossare la mantellina senza doversi fermare. Le cerniere nei modelli troppo economici, tendono ad arrugginire o comunque non risultano impermeabili.

In questo caso quindi la parola d’ordine è: selezionare bene la qualità dei materiali. Un colore acceso, per capirci modello “evidenziatore” potrebbe non piacere a tutti ma offre notevoli vantaggi in termini di visibilità, soprattutto in caso di maltempo. Infine vi sono poi delle mantelline apposite per il freddo dell’inverno ma utilizzarle significa poi dover avere un’altra mantellina per il resto dell’anno, in quanto risulterebbero troppo calde.

La mantellina da ciclismo in goretex

Negli ultimi anni molti ciclisti si sono appassionati alla mantellina in Gore-tex. Questo infatti secondo tanti sarebbe il tessuto più leggero, aerodinamico, traspirante e impermeabile. Tutto ciò è sicuramente vero, comunque il Gore-tex è anche molto caro.

Va comunque precisato, ad onor del vero, che se una persona può sostenere questa spesa, si ritroverà poi negli anni con un prodotto di qualità molto duraturo. Il grande vantaggio del Gore-tex tuttavia è quello di risultare completamente impermeabile ma al tempo stesso estremamente traspirante. Quindi possiamo concludere che il Gore-tex è sicuramente il materiale migliore in assoluto e più leggero. Per chi intende spendere meno, cercando comunque un prodotto affidabile le alternative esistono.

Le Mantelline più vendute e le migliori per qualità/prezzo

Questa mantellina è sicuramente una buona scelta per chi vuol spendere poco. Adatta per chi trascorre poche ore in bici, per uscite occasionali. Le recensioni garantiscono un ottimo rapporto qualità prezzo.

Mantellina antipioggia da ciclismo molto facile da comprimere, semplice da riporre nella tasca della maglia.

Modello molto economico di mantellina antipioggia per ciclismo, forse non particolarmente traspirante ma buono se preso “senza troppe pretese”.

Mantellina per bici da corsa davvero bella, al momento con poche recensioni ma tutte positive.

Tessuto antivento, facile da piegare e riporre.

Un’opzione bella alla vista e ottima come qualità prezzo.

Stando alle recensioni, davvero un ottimo modello.

Mantellina di altissima qualità.

Prodotto soddisfacente per qualità prezzo.

Un’altra mantellina davvero ottima e durevole nel tempo.

Prodotto ottimo e spesso messo in offerta.

Un ultimo modello molto buono.

Di DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel (poco) tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Gazzetta del Ciclismo partecipa al programma associati di Amazon Services LLC e di altri store. Potrebbe ricevere una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti sul sito.