Ciclismo, cosa mettere in borraccia: meglio maltodestrine o sali minerali?

Spesso i ciclisti della nostra community si chiedono se sia meglio mettere nella propria borraccia dei sali minerali per ciclismo (detti anche idrosalini) o se è più consigliabile scegliere delle maltodestrine. Vediamo allora nello specifico qual è la differenza tra questi due prodotti e quale il miglior utilizzo che possiamo farne.

Maltodestrine per ciclismo

Le maltodestrine sono una miscela di carboidrati complessi che possono fornire energia prolungata durante un allenamento o una competizione. Noi consigliamo le Maltodextrin D.E. 19 della linea ad alta qualità +Watt. Le maltodestrine sono ottimali quando viene svolta un’attività sportiva intensa ed è necessario accumulare il giusto quantitativo di energia prima e durante lo sforzo fisico.

Il prodotto da noi consigliato presenta un rilascio lento e costante di energia nel tempo. Inoltre il Pure maltodextrin D.E. 19 può essere utilizzato anche dopo uno sforzo, per favorire un più rapido ripristino delle riserve di glicogeno muscolare e quindi per abbreviare i tempi di recupero. Per le maltodestrine da noi indicate l’assunzione consigliata è di 3 misurini (36 g) sciolti in 200 ml d’acqua.

Sali Minerali per ciclismo

I sali minerali sono invece indispensabili per reintegrare questa stessa componente, persa durante un allenamento o una competizione. Il loro utilizzo è quindi perfetto sia per garantire un elevato livello di idratazione, sia per recuperare le energie, ed è indispensabile soprattutto nei soggetti che tendono a sudare molto, per chi pratica attività molto prolungate nel tempo e nei periodi più caldi.

Con gli integratori idrosalini è possibile recuperare quindi i sali minerali persi con la sudorazione e reintegrare parte dell’energia spesa. Chi ci segue sa che noi consigliamo i Sali Minerali + Electrolyte per un ottimo completo recupero idrosalino. Inoltre questo prodotto è perfetto anche per fornire un apporto energetico, in quanto contiene dei carboidrati tecnici. In questo caso l’assunzione consigliata è di 40 g (4 misurini ogni 500 ml di acqua).

Tirando le somme: meglio le maltodestrine o i sali minerali?

Non esiste una risposta unica, molto dipende dalle caratteristiche del ciclista e dallo sforzo fatto. Va detto però che le maltodestrine possono essere utilizzate anche come ricarica energetica prima di una competizione ma i sali minerali sono indispensabili per allenamenti lunghi o quando fa molto caldo. Di conseguenza se utilizzate una sola borraccia consigliamo maltodestrine prima dell’inizio e sali minerali in borraccia.

Se invece utilizzate due borracce, come siamo abituati a fare tutti in estate, allora la ricetta vincente potrebbe essere sali minerali in una borraccia e maltodestrine nell’altra (anche se i sali dai noi indicati possono sostituire le maltodestrine perché hanno comunque un buon apporto energetico).

+WATT Sali+ Performance Electrolyte - 500gram - Gusto Arancia
  • Avvertenze: gli integratori alimentari non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. L’assunzione non deve eccedere la dose giornaliera consigliata. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni. Non utilizzare in gravidanza e nei bambini o comunque per periodi prolungati senza sentire il parere del medico. Si raccomanda di non superare la dose giornaliera di 400 mg da tutte le fonti di caffeina.

DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.