Mondiali di Glasgow: Bis iridato di Evenepoel, Ganna d’argento, Tarling sorprendente

Si è appena conclusa la prova a cronometro valida per i Mondiali di Glasgow. A trionfare è stato Remco Evenepoel, precedendo di soli 12″ Filippo Ganna, al termine di un testa a testa al cardiopalma. Sorprendente la prova del diciannovenne gallese Joshua Tarling, che conquista a sorpresa il bronzo.

Mondiali di Glasgow: Tarling sorprende

Come sempre accade in questo genere di competizioni, la prima ora di gara è caratterizzata dalle partenze di corridori praticamente sconosciuti a molti appassionati: di ciclisti come Mirzaee, Oingerang e Al-Khater francamente in pochi conoscevano l’esistenza. E così i telecronisti, per occupare questa prima parte della prova a cronometro dei Mondiali di Glasgow, si lanciano in discorsi tecnici, come sulla monocorona. Ci si interroga infatti su quale sarà la scelta tecnica migliore e quali siano i rapporti corretti per ogni corridore.

Si susseguono le partenze, e inizia ad alzarsi il livello degli atleti, e così i tempi iniziano ad abbassarsi grazie ai vari Kamna, Craddock, Gee, Armirail. Da sottolineare la prova di Mattia Cattaneo, che dà seguito alla vittoria al Tour de Pologne con un buonissimo ottavo posto finale. La situazione diventa seria quando il diciannovenne gallese Joshua Tarling passa al primo intertempo migliorando di 18″ il tempo precedente. Che il ragazzo della Ineos, alto 1,94 cm e caratterizzato da una pedalata potente e che spinge rapporti lunghissimi, possa seriamente ambire al podio dei Mondiali di Glasgow si capisce quando gente come Almeida, Cavagna, Bjerg e Pogacar fa registrare un riferimento più alto.

OffertaBestseller n. 1
CIRYCASE Luci Bici Anteriori & Posteriori, USB Ricaricabile Luci Bicicletta LED Super Luminosa, Impermeabile IPX6 Luce Bici, 8+12 Modalità di Illuminazione per Guida Notturna, Maggiore Durata Batteria
  • [Design Unico & Molteplici Modalità di Illuminazione] Ogni luci per bicicletta è progettata con 2 LED principali e 19 LED ausiliari controllati da interruttori indipendenti. La luce anteriore bici ha 2 x 4 modalità e la luce posteriore bici ha 2 x 6 modalità, che possono essere utilizzate singolarmente o in combinazione per soddisfare le vostre esigenze.
  • [Lunga Autonomia & Indicatore della Batteria] La nostra luce bicicletta anteriore è dotata di una batteria di grande capacità da 1100 mAh, mentre quella del luce posteriore bici da corsa è da 350 mAh. In modalità "Slow Flash", il fanale anteriore può durare fino a 58 ore e il fanale posteriore 25 ore. Quando la batteria è al di sotto del 20%, l'indicatore sull'interruttore lampeggia in verde per ricordare di ricaricare di ricaricarla, senza preoccuparsi di rimanere a corto di energia.
  • [Facile da Installare] La luci bicicletta LED ricaricabili USB può essere installata a mani nude senza l'ausilio di altri strumenti, anche i bambini possono installarla con facilità. 4 semplici passaggi - Indossare la fibbia, agganciarla al manubrio e farla scattare nell'apposito foro, per poi regolarla di conseguenza in orizzontale o in verticale.
  • [Impermeabile IPX6] Raggiungendo il livello di impermeabilità IPX6, questo luci MTB funziona bene anche nelle giornate di pioggia o nebbia, permettendovi di godervi la vostra corsa in totale sicurezza. La porta USB è dotata di una copertura in silicone impermeabile che blocca efficacemente l'acqua e ne prolunga la durata.
  • [Utilizzi Multipli] Le luci per bici possono essere utilizzate non solo per pedalare su sentieri tecnici o strade dissestate, ma anche per le escursioni, il campeggio o come torcia di emergenza durante le attività all'aperto. È un must per la sicurezza in qualsiasi ambiente che richieda illuminazione.
OffertaBestseller n. 2
Kit Combinazione Luci Anteriori e Posteriori di Bicicletta, Ricarica USB Impermeabile IP65, Luci di Sicurezza LED in Modalità 4+6, Adatto per Varie Bici da Strada e Mountain Bici
  • 🚲︎【4+6 MODALITA】Ci sono 4 modalità per i fari de bicicletta: alta luminosità, media luminosità, basso luminosità e flash rapido (Doppio clic per iniziare). Ci sono 6 modalità per i fanali posteriori: alta luminosità, media luminosità, basso luminosità, flash lento, flash avvertimento e flash rapido. Le luci anteriori e posteriori de bicicletta contengono 6 luci LED luminose,ti impedisce di perderti nel buio.
  • 🚲︎【RICARICA USB】Le luci anteriori e posteriori della bicicletta possono essere caricate tramite l'interfaccia USB Type C. La capacità della batteria delle luci anteriori è 500mA, e la capacità della batteria dei fanali posteriori è 230mA. Può essere completamente caricata in appena 1 ora, e si può caricare attraverso computer, alimentatori mobili, caricabatterie auto e alimentatori domestici.
  • 🚲︎【DUREVOLE IMPERMEABILE】Le luci anteriori e posteriori utilizzano guscio in plastica PC, che è forte e durevole. Il peso della lampada anteriore è 27g, il peso della lampada posteriore è 22g e l'imballaggio squisito è conveniente da trasportare. La porta di ricarica USB e l'interruttore sono coperti con gel di silice impermeabile e antipolvere, che soddisfa lo standard impermeabile IP65 ed è molto adatto per uomini, donne e bambini.
  • 🚲︎【FACILE INSTALLAZIONE】La dimensione dei fari e dei fanali posteriori de bicicletta è 36*52*17mm e il design compatto e raffinato è più conveniente per voi da trasportare. La confezione include un cavo di ricarica dual purpose e quattro cinghie di installazione in silicone ad alta elasticità, che possono essere facilmente installate e rimosse a mani nude. La cinghia di montaggio in silicone può fissare efficacemente le luci bicicletta alla bici.
  • 🚲︎【AMPIAMENTE USATO】Il design delle luci bicicletta è squisito e compatto, che lo rende facile da installare e trasportare. Puoi tenerlo nello zaino o nella tasca in qualsiasi momento e ovunque senza occupare il tuo spazio di archiviazione. Oltre ad essere utilizzato come luce per biciclette, può anche fornire altri requisiti di illuminazione in qualsiasi momento, come luci del casco, torce elettriche, luci di emergenza, ecc.

Il duello Ganna – Evenepoel

Gli unici che riusciranno a migliorare i tempi di Tarling sono Evenepoel e Ganna. Top Ganna passa al primo riferimento con 6″ di vantaggio sul gallese, mentre Evenepoel pagherà dall’azzurro 4″. La situazione si va via via a definire con i kilometri: Ganna continua a gudagnare su Tarling, Evenepoel scavalca Ganna. La prova diventa un testa a testa tra l’italiano e il belga che infiamma i tifosi. Al 3° rilevamento Evenepoel ha 12″ di margine sull’azzurro e mostra una calma invidiabile per tutta la prova, ad esempio quando, incitato dall’ammiraglia, chiede di non urlare troppo. Dopo gli ultimi durissimi 900 m, caratterizzati da una molto impegnativa rampa coperta da pavè, il campione belga può lasciarsi andare alla gioia. Il campione del mondo in linea di Wollongong vince i Mondiali di Glasgow.

Il belga chiude la sua prova con 12″ su Ganna e 48″ su Tarling. Lontanissimi tutti gli altri, con tanti atleti sotto le aspettative come il campione uscente Foss (11°), Kung (12°) e Pogacar (22°), superato da Ganna. Deludente anche Van Aert, 5° a 1’37” da Evenepoel, ma va detto che l’alfiere della Jumbo-Visma ha corso davvero tanto quest’anno e probabilmente era stanco. Evenepoel, con la vittoria della prova a cronometro dei Mondiali di Glasgow, diventa il primo belga ad aver conseguito questo successo. Inoltre l’atleta della Quick-Step è anche il secondo ciclista a riuscire a vincere sia la prova a cronometro che quelle in linea (nel 2022) dopo Abraham Olano. Da sottolineare anche che, mentre gli altri sono arrivati al traguardo stremati e in preda a conati di vomito, Evenepoel sembrava quasi aver fatto un’uscita di piacere.

Cosa aspettarsi in vista delle Olimpiadi di Parigi

Ora va fatta una considerazione più ad ampio raggio che riguarda da vicino noi italiani. Manca un anno alla prova a cronometro valida per le Olimpiadi di Parigi. Molti degli atleti che hanno preso parte alla prova dei Mondiali di Glasgow vi parteciperanno. Vanno anche considerati il campione in carica Roglic, Vingegaard ed eventuali altri corridori che non hanno partecipato a questa prova mondiale. Che possibilità ha Ganna di vincere l’oro? Il percorso pianeggiante della capitale francese è forse più adatto a lui che ad Evenepoel, ma l’italiano correrà anche in pista, cosa che il belga non farà. Chissà se senza l’impegno nella doppia disciplina, l’azzurro sarebbe riuscito a ridurre i dodici secondi che l’hanno separato dal belga.

Sono tutti discorsi che lasciano il tempo che trovano e Parigi è ancora distante, i Mondiali di Glasgow ci hanno confermato che Ganna è un fuoriclasse sia su pista che su strada. Bisognerà capire cosa farà Top Ganna: concentrarsi solo sulla strada, dove non ha ancora vinto medaglie olimpiche, o cercare il bis nell’inseguimento a squadre?

Cesare Fabrizi

Ha 27 anni, ha studiato all’Accademia d’arte di scrittura e storytelling e sogna di pubblicare un fumetto da lui sceneggiato. Si è innamorato del ciclismo durante la terza tappa del Giro d’Italia del 2004, vinta da Damiano Cunego. Quel giorno decise che da grande avrebbe fatto il ciclista, purtroppo non è andata così e si consola con il tennis. Da allora non si è perso un Giro d’Italia e un Tour de France, e questo spiega la sua predilezione per i cronoman e gli scalatori come Wiggins, Contador e Pogacar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *