Iniziano i Mondiali di ciclismo su strada ed iniziano in modo spettacolare. La prova cronometro Elite femminile incorona sul podio la campionessa olandese Van Der Breggen.

A tutto gas sul circuito di Imola

Circuito di poco più di 31,5 Km con partenza e arrivo nell’affascinante palcoscenico del circuito di Imola. Percorso quasi interamente pianeggiante in grado di esaltare le caratteristiche degli specialisti delle prove contro il tempo.

1,2,3,4…e Oro alla quinta

Dopo tanti piazzamenti, ben 4 secondi posti, finalmente l’olandese Anna Van Der Breggen centra il suo primo trionfo iridato a cronometro. La sua è una prestazione incredibile per concentrazione e forza. Divora i 31 km del percorso in 40′ 20” ad oltre 46 km/h. Vince la sua prova grazie alla sua tenuta mentale. Resta concentrata sul percorso mantenendo sempre una postura perfetta riuscendo a dare tutto allo sprint nell’autodromo. Dopo la vittoria al Giro Rosa si chiude per lei una settimana indimenticabile. Campionessa assoluta vincitrice di tutte le principali competizioni del panorama ciclistico mondiale.

Dietro di lei sopraggiungono la svizzera Reussen e la connazionale van Dijk con 15 e 30 secondi di ritardo rispettivamente.

Caduta per la statunitense

Grande sconfitta della giornata è la campionessa uscente la statunitense Dygert. Prima in tutte le rilevazioni cronometriche intermedie sino alla clamorosa caduta che l’ha esclusa dai giochi. Perde il controllo della bici in una curva verso destra, presa ad alta velocità, la sbandata sino all’urto con il guardrail e la caduta rovinosa, apparentemente senza conseguenze maggiori.

Grinta e passione per la nostra matematica, Vittoria Bussi

Grande risultato per la nostra alfiera che centra il 10° posto al termine di una splendida prestazione che la vede arrivare al traguardo con circa 1′ e 30” di ritardo sull’olandese. Le sue parole alla fine fanno trasparire tutta la fatica ma anche la grande gioia per una gara sofferta e sudata pedalata dopo pedalata, ma che l’ha gratificata con un brillante risultato.

Pronti per gli uomini

Domani prevista la gara maschile a cronometro. Il circuito è lo stesso di quello percorso dalle donne. Tulle le attese sono per il nostro Filippo Ganna, che dopo la prestazione indredibile alla Tirreno-Adriatica, speriamo possa farci vivere ancora un’emozione di un trionfo Mondiale.

Di Vincenzo Davide Catania

Vincenzo Davide Catania ha 35 anni e vive tra i ridenti colli di Bologna dove lavora come Chirurgo Pediatra presso l’Ospedale Sant’Orsola. Sposato con una donna meravigliosa che gli ha regalato 2 piccoli angeli, Giulia ed Emanuela. La passione per il ciclismo riemerge nei ricordi adolescenziali delle epiche imprese del Pirata, delle roboanti vittorie di Cipollini e Petacchi e delle imprese, nelle fredde terre del Nord, di Bartoli. Passista per natura e vocazione, nel poco tempo libero, spesso rubato al sonno alle prime luci dell’alba, coltiva la propria passione per la bici in una sfida costante con se stesso nella scoperta di nuovi e stimolanti percorsi che lo riportino ad un contatto puro con la natura delle montagne e del bosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Gazzetta del Ciclismo partecipa al programma associati di Amazon Services LLC e di altri store. Potrebbe ricevere una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti sul sito.