Si parla ancora della grande impresa di Filippo Ganna

Mentre nella tappa odierna vince ancora Demare, l’Italia continua a pensare alla grande impresa di super Pippo Ganna. Oggi delude Sagan, per un giorno non più “eterno secondo”, al terzo posto chiude un ottimo Fabio Felline. La seconda piazza è occupata da Matthews, mentre la vittoria va a Demare che vince ancora una grande volata. Almeida conserva felice la maglia rosa. Domani altra tappa adatta agli sprinter puri, con Viviani, Cabiria e sicuramente anche Sagan in cerca di riscatto.

Intanto si continua a parlare di Filippo Ganna

Il mondo del ciclismo italiano continua però a parlare di Filippo Ganna, l’eroe del momento. L’uomo che sembra poter soddisfare le ambizioni di tutti coloro che temevano che l’Italia si fosse “persa una generazione”, ritrovandosi improvvisamente senza talenti nel ciclismo. Filippo c’è e farà parlare di sé a lungo, ne siamo certi. La vita però è strana e il ciclismo lo è ancora di più. La sua storia e forse la sua carriera sarebbero cambiati se Thomas non fosse caduto ad Agrigento. Questo perché Ganna in quel casi non sarebbe andato in fuga ieri, per scortare il compagno.

E’ stato proprio Thomas a consigliarli di andare in fuga e Filippo ha seguito alla lettera il suo consiglio. Ganna in pista ha affinato le sue qualità, è cresciuto giorno dopo giorno con sacrificio, fino a diventare in poco tempo un punto fermo del ciclismo italiano. Intanto nascono già i primi paragoni e c’è chi pensa a Jan Ullrich, mentre a me personalmente ricorda molto Indurain. Tutti si chiedono se potrà diventare un ciclista per corse a tappe e sull’argomento è intervenuto anche il Ct Davide Cassani.

Le parole di Davide Cassani su Ganni

Cassani non vede in Ganna un uomo da grandi corse a tappe. “Avete presente Fabian Cancellara? Ecco, Ganna potrebbe ripercorrere la sua carriera e non sarebbe male vero? Il piemontese penso che tra pochi anni potrebbe lottare per traguardi importanti come Sanremo, Fiandre, Roubaix ed anche il mondiale in linea e non solo a cronometro“.

Siamo completamente d’accordo con il Ct, come quasi sempre d’altronde, avendo di lui grande stima. Però niente male per Filippo Ganna che in un giorno è passato da essere l’uomo delle crono a uomo per crono e grandi classiche di un giorno. Belle anche le parole conclusive di Cassani che ha detto:

Sono felice perché ogni volta che vince un italiano la mia vita si illumina un po’ di più ed è anche la ragione per cui da sempre amo il ciclismo“.
Le offerte del giorno:

Di DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel (poco) tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Gazzetta del Ciclismo partecipa al programma associati di Amazon Services LLC e di altri store. Potrebbe ricevere una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti sul sito.