Sarà il Tour de France più bello di sempre?

La presentazione del Tour de France 2024 ha subito acceso l’entusiasmo riguardo alla Grande Boucle. Mai come quest’anno, il percorso del GT francese è duro, vario, concentrato nei giorni giusti delle tre settimane e si spera divertente.

Il percorso del Tour de France 2024

Il primo motivo d’interesse per quanto riguarda il Tour de France di quest’anno è senza dubbio la partenza dall’Italia. Subito c’è la Firenze-Rimini, 206 km infarciti di 3600 mt di dislivello: un piccolo Giro di Lombardia. Mai la prima tappa del Tour ha avuto un dislivello così alto. Anche la seconda frazione, con arrivo a Bologna e con il doppio San Luca nel finale, sarà parecchio dura. Il primo tappone si svolgerà nella quarta tappa: dopo la partenza da Pinerolo, la corsa entrerà in Francia, scalando Sestrière, Col de la Montgenèvre e il Galibier. Unico neo di una tappa così interessante forse è il fatto che l’ultima salita non venga affrontata dal versante nobile. Poi un’impegnativa cronometro di 25 km a Gevrey-Chambertain; infine la prima settimana terminerà con la tappa di Troyes, con 32,2 km di sterrato.

Bestseller n. 1
WUURAA Ultra-Leggero Mountain Bike Stem Manubrio Bicicletta Barra Corta In Lega di Alluminio Sterzo Accessori Ciclismo Offerte Cyber
  • La barra mantiene la barra in posizione sicura.
  • Adatto per la maggior parte delle biciclette a scatto fisso, mountain bike, downhill, bici da pista, BMX, ecc.
  • Realizzato in lega di alluminio anodizzato ad alta resistenza, leggero e durevole.
  • Il colore luminoso e bello lo rende una buona decorazione per le tue biciclette.
  • Squisita e semplice fattura, aspetto forte e resistente all'usura, con effetto antiurto.
OffertaBestseller n. 2
FISHOAKY Borsa Telaio Bici, Impermeabile Borsa Biciclette con TPU Touch Screen Grande Capacità Borse Cellulare MTB BMX Mountain Bike per Phone XS X Samsung S9 S8 Telefoni Sotto a 6,5 Pollici
  • 🚴‍♂【Porta Telefono Bici + Borsello Impermeabile】 : Questa borse bicicletta adotta un tessuto ultraleggero di nuova generazione, resistente alla pioggia e resistente agli schizzi. Il design completamente impermeabile e antiurto protegge il tuo telefono. 1.5L di grande capacità, può contenere guanti, strumenti di riparazione, chiavi, strumenti di pulizia e altri accessori per biciclette.
  • 🚴‍♂【Visiera Parasole e Touchscreen Sensibile】: l'aletta parasole può rendere la visione più nitida quando si vede lo schermo sotto una forte luce solare. E la pellicola trasparente da 0,03 mm, assicura una risposta ultraveloce, ti aiuta a usare il cellulare facilmente durante la guida, garantisce più sicurezza.
  • 🚴‍♂【Design del Nastro Riflettente e Delle Cuffie】: il nastro riflettente su entrambi i lati delle portaoggetti bici per garantire la sicurezza durante la notte per evitare incidenti. Inoltre, il design delle cuffie semplifica la connessione alla cuffia o alla presa di corrente.
  • 🚴‍♂【Maggiore Stabilità e Sicurezza】: la borsa del telaio della bicicletta utilizza tre cinghie regolabili in velcro per il montaggio. Può stare molto stabile sul monte, è più sicuro anche per la strada più dura. Può essere utilizzato per bici da strada e mountain bike.
  • 🚴‍♂【Compatibilità e Garanzia】: La borsa da bici top tube è compatibile con la maggior parte degli smartphone con meno di 6,5 pollici: iPhone 7/8 Plus / X, Galaxy S6 / S7, Huawei ecc. Se non sei soddisfatto del tuo acquisto, ti offriamo un rimborso di 30 giorni e un 12 mesi di garanzia.borse per bici è la tua scelta migliore

Anche la seconda settimana del Tour de France sarà molto impegnativa, con un weekend sui Pirenei importantissimo in ottica classifica generale. Prima il Tourmalet, poi Plateau de Beille il giorno della presa della Bastiglia potrebbero ridisegnare la classifica.

A concludere questo terribile Tour de France, ci sarà il ritorno sulle Alpi nella terza settimana, in particolare le frazioni 19, 20 e 21 saranno durissime. Prima il tappone con arrivo a Isola 2000, in cui si supererà per ben tre volte quota 2000 mt, con particolare attenzione ai 2802 del Col de la Bonette, poi l’arrivo in salita sul Col de la Couillole prima della temutissima cronometro di Nizza da 34 km. Mentre la prima era piatta e quindi per specialisti, questa ha invece una prima parte costellata da saliscendi, quindi più da passista-scalatore. Se succedesse quello che è successo nel 2020 sulla Planche des Belles Filles, ci sarebbero tutte le premesse per una giornata memorabile di ciclismo.

Come il Tour è tornato al centro del mondo

C’è poco da fare: attualmente nessun’altra corsa ciclistica può competere a livello mediatico col Tour. Grazie a Prudhomme, la corsa è tornata negli ultimi anni a essere combattuta e divertente. Questo per via dei tracciati innovativi del Direttore Generale che, a differenza di altri, non è legato a schemi fissi da ripetere in continuazione, dell’attenzione mediatica che è riuscito a canalizzare sulla Grande Boucle e del rinnovato amore dei cittadini francesi nei confronti della corsa di casa.

A queste considerazioni va aggiunta anche la rivoluzionaria serie Netflix Tour de France: sulla scia dei campioni, che ha svelato i dietro le quinte delle squadre rendendo, lo sport e gli atleti più popolari. Altro elemento importantissimo è il crescente interesse degli sponsor a investire sul GT francese. Insomma, dopo le brutture del decennio buio dell’Epo, la chiesa è tornata al centro del villaggio e il Tour tornato a essere la corsa ciclistica più importante e bella. Speriamo che tutto questo avvenga presto anche in Italia, magari proprio grazie alla partenza del Tour proprio dal Belpaese.

Cesare Fabrizi

Ha 27 anni, ha studiato all’Accademia d’arte di scrittura e storytelling e sogna di pubblicare un fumetto da lui sceneggiato. Si è innamorato del ciclismo durante la terza tappa del Giro d’Italia del 2004, vinta da Damiano Cunego. Quel giorno decise che da grande avrebbe fatto il ciclista, purtroppo non è andata così e si consola con il tennis. Da allora non si è perso un Giro d’Italia e un Tour de France, e questo spiega la sua predilezione per i cronoman e gli scalatori come Wiggins, Contador e Pogacar.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *