Scarpe ciclismo con tecnologia BOA: consigli pratici su come sostituire il filo danneggiato

A tutti noi sarà capitato almeno una volta nella vita di incorrere a imprevisti che hanno compromesso più o meno drasticamente la nostra uscita in bicicletta, provando disperatamente rimedi “fai-da-te”, prima di alzare bandiera bianca e rivolgersi a un esperto. È un classico comprare l’ultimo modello di scarpette della propria marca preferita, super performanti, magari con la suola in carbonio e del colore che meglio si abbina alla divisa e alla bicicletta, ma ecco che durante una pedalata, disgraziatamente, la scarpa si allenta. Uno sguardo verso il basso e… Il filo si è rotto! Oppure può essere capitato a qualcuno (per esempio alla sottoscritta) che il cane decida che il suo nuovo gioco preferito siano proprio le scarpette da bici, che incautamente custodite a terra, diventano per lui un gustoso osso, pronto ad essere distrutto.

Anche se ormai il danno è fatto, prima di comprare un altro paio di scarpe super alla moda, in questo articolo vogliamo darvi qualche suggerimento su come è possibile cambiare il cavetto che regola la chiusura BOA delle scarpette da bici risparmiando un bel po’ di tempo e… denaro!

Che cos’è il BOA?

Innanzitutto, partiamo dal dire che cosa si intende per scarpa con sistema BOA e quanti tipi ne esistono. No, quello di cui stiamo per parlare non ha niente a che fare con nessun tipo di rettile o animale pericoloso… La tecnologia BOA è un sistema di chiusura utilizzato per le scarpe da bici e per altri sport, che consente di fasciare in modo efficace il piede per ottenere una migliore tenuta sulla suola e di conseguenza una migliore performance. Inoltre, questo sistema consente un metodo di allacciamento e slacciamento della calzatura rapido e immediato.

Come tutti gli aspetti che riguardano il mondo della bici, dalla componentistica all’abbigliamento, anche la parte riguardante le calzature ha fatto passi da gigante negli ultimi tempi, adattandosi alle nuove tecnologie diffuse anche in ambiti diversi da quello ciclistico e sportivo. Basti pensare all’utilizzo del sistema BOA nelle scarpe antinfortunistiche da lavoro o in alcuni tipi di caschi.

Oggi si tende ad utilizzare questo sistema anche nelle scarpe sportive perché è stato dimostrato scientificamente che apportano un miglioramento sulla velocità, agilità e resistenza degli atleti durante la loro performance sportiva.

eMagTech Lacci Twist-locker, 4 pezzi, compatibili con BOA, compatibili con Engelbert Strauss, compatibili con i lacci elastici Shimano, Nero , 140
  • Facile da usare: comodo e veloce, niente più nodi doppi, niente più lacci. Aiuta a regolare rapidamente e facilmente la vestibilità perfetta.
  • Questi lacci sono realizzati in gomma con filo in acciaio, che è robusto e durevole. La lunghezza dei lacci può essere accorciata secondo necessità.
  • Compatibile con serrature BOA.
    Compatibile con Engelbert Strauss.
    Compatibile con Shimano, ecc.
  • Applicazione : perfette per uso generale e per una vasta gamma di scarpe sportive: corsa, camminata, escursionismo, ciclismo, golf, tennis e basket.
  • Il pacchetto include: 2 paia di lacci di ricambio con chiusura a vite.

Come funziona?

La tecnologia BOA è un sistema di chiusura composto da una rotella (o più a seconda dei modelli) posta frontalmente, generalmente sul lato esterno della scarpa, che serve a regolare la tensione (stringe o allenta in base al senso di rotazione) che viene esercitata sul filo. Il tutto è regolato dalla tensione di un cavetto, solitamente in acciaio, rivestito in kevlar che scorre all’interno di guide a basso attrito che ne regolano la tensione permettendone la chiusura. L’utilizzo di questo sistema è molto semplice: occorre alzare la rotellina verso l’alto in modo da sentire un “click” che ne indica lo sblocco, inserire il piede all’interno della scarpa, schiacciare nuovamente la rotella per sentire un altro “click” e girare in modo da regolare la tensione del cavo come si preferisce. Maggiore sarà la tensione del filo, più la scarpa sarà stretta e maggiore sarà l’aderenza tra il piede e la suola, quindi il piede sarà più “compatto” con il pedale come se fosse un prolungamento di esso. Tuttavia, stringere troppo la scarpa a lungo andare potrebbe comportare dei problemi di circolazione al piede, causando quella fastidiosa sensazione di “formicolio” durante la pedalata, che è meglio evitare.

Modelli diversi per usi diversi

Esistono diverse tipologie di scarpe con sistema BOA, ognuna adatta a usi e sport diversi. Di seguito ne riportiamo alcune.

BOA IP1

Per le scarpe da ciclismo e in particolar modo per il ciclismo su strada, il modello più diffuso è l’IP1, riconoscibile dalla sua forma esagonale e dalle dimensioni ridotte (3 cm di diametro e 6mm di spessore). Per aumentare la tensione del cavo la rotazione viene fatta in senso orario, per diminuirla in senso antiorario.

BOA L6

Fa parte della L Series, cioè dei sistemi di chiusura a bassa potenza. Si tratta di un tipo di chiusura molto resistente agli impatti. La direzione di tensionamento avviene in senso orario. Anche per L6 il funzionamento avviene attraverso i tre semplici gesti “premere-ruotare-tirare”.

BOA L5

Anche questo della serie L Series (sistemi di chiusura a bassa potenza), è un modello piccolo e leggero, usato anche per alcuni tipi di scarpe sportive per bambini. Anche in questo caso per tensionare il filo si esercita una rotazione oraria.

BOA S2

È un modello che punta sulla leggerezza e sulla precisione. È regolabile ruotando la rotella in senso orario per tendere il laccio e antiorario per allentarlo, producendo un movimento di 1 mm per volta.

Come sostituire il filo?

Nel pacchetto ricevuto in garanzia o acquistato troverete al suo interno: il manuale di istruzione che vi spiegherà passo passo cosa fare, il filo in acciaio, il rotore a microregolazione e una piccola chiavetta per smontare e rimontare la rotella.

  1. Svitare il “coperchio” della rotellina con la chiavetta ricevuta in dotazione per estrarre la parte circolare in plastica al cui interno è legato il filo; srotolarlo e toglierlo completamente dai binari su cui scorre sulla superficie della scarpa.
  2. Srotolare il cavetto nuovo e inserirlo nella scarpa, facendolo passare nelle apposite guide in modo incrociato e partendo dalla punta della scarpa.
  3. Una volta arrivati fino al punto corrispondente della rotella, infilare il cavo attraverso il foro della rotella su due lati, in modo che fuoriescano i due lembi del filo.
  4. Inserire il filo all’interno dei fori della rotellina che in partenza era stata sollevata per far passare il filo. Dopo aver fatto passare il filo da entrambi i lati con lo stesso procedimento di prima, riposizionare la rotellina nell’apposito spazio della scarpa e fare pressione per inserirlo.
  5. Unire i due lembi del cavo per fare un nodo e tagliare il cavo in eccesso.
  6. Inserire il cavo e il nodo nello spazio sotto la rotellina in prossimità della vite al centro.
  7. Riposizionare il “coperchio” della rotella riavvitando la vite.
  8. A questo punto non resta che girare la rotella in senso orario per tensionare il cavo e stringere la scarpa e in senso antiorario per allargarla.

Quanto costa?

Il sistema BOA di qualsiasi tipologia e modello di scarpe è garantito a vita direttamente dalla casa costruttrice www.boafit.com. Basterà contattare l’assistenza e richiedere il ricambio necessario e questo verrà spedito gratuitamente direttamente a casa. In alternativa, è possibile recarsi nel proprio negozio di bici di fiducia o da un qualsiasi negozio specializzato e chiedere assistenza. In questo caso il BOA verrà cambiato in garanzia senza alcun costo aggiuntivo.

Letizia Nepomuceno

25 anni di Varese, aspirante giornalista e appassionata di ciclismo. Laureata in Lettere Moderne, pratica ciclismo a livello amatoriale. Le salite sono il suo habitat naturale e la scrittura è la sua grande passione insieme al ciclismo. Le piace raccontare il ciclismo femminile per promuovere un mondo in continua evoluzione e diffusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *