Si torna a gareggiare in Belgio: in vista della E3 Harelbeke, Philipsen trionfa nuovamente alla Bruges – De Panne

Mentre in Spagna si sta correndo la Volta Catalunya, dove ancora una volta sta dando spettacolo Tadej Pogacar, l’occhio degli appassionati di ciclismo si sposta sempre più verso il Nord Europa, in particolare verso il Belgio, perchè la stagione delle gare sulle pietre è ormai alle porte.

Proprio oggi, mercoledì 20 marzo, si è corsa la Bruges – De Panne, una gara adatta alle ruote veloci che apre il calendario delle gare sul pavé, in preparazione a Giro delle Fiandre e a Parigi – Roubaix. A trionfare è stato, nuovamente, Jasper Philipsen, che ha bissato così il successo ottenuto la passata stagione, confermandosi in gran forma dopo il colpaccio di sabato alla Milano – Sanremo. Il velocista belga ha preceduto, non senza polemiche, Tim Merlier, portacolori della Soudal – QuickStep, che ha chiuso in seconda piazza. Terzo, invece, l’olandese Danny Van Poppel della Bora – Hansgrohe. Da segnalare l’ottimo piazzamento di Simone Consonni, alle prime uscite in maglia Lidl – Trek, che ha chiuso ad un passo dal podio in quinta posizione.

Venerdì 22 marzo si terrà, invece, lo storico test che ricalca molto il percorso del Giro delle Fiandre, la E3 Saxo Classic, la gara che una volta era conosciuta come il Gran Premio di Harelbeke. Si tratta di un tracciato di 208 chilometri, con partenza e arrivo proprio ad Harelbeke, nel centro delle Fiandre, che nel finale presenta, proprio come la Ronde Van Vlaanderen, la doppietta Paterberg e Oude Kwaremont. In questa occasione, i corridori dovranno percorrere solamente una volta i durissimi due muri sui quali, ormai ogni anno, si decide la seconda classica monumento stagionale, mentre al Fiandre i passaggio saranno ben tre sul Vecchio Kwaremont e due sul Paterberg. Saranno quindici i muri totali che i corridori dovranno affrontare alla E3, per quella che è a tutti gli effetti una prova generale in vista del Giro delle Fiandre, che si terrà a Pasqua, il 31 marzo 2024.

Bestseller n. 1
Roscyker 2024 Pro Team UAE Maglia da ciclismo da uomo Completo, maglia da bicicletta traspirante per mountain bike, pantaloncini con bretelle kits GEL Paddad (L)
  • 【CONSIGLI PER LE TAGLIE】 Questa è la dimensione asiatica; vedere le taglie per le taglie consigliate in base a peso/altezza/petto ✅ Se preferisci la vestibilità ampia, ti consigliamo di ordinare una taglia in più.
  • Tejidos de malla de ciclismo profesional de la camiseta para que te sientas cómodo mientras andas en bicicleta, transpirable y de secado rápido, mantiene alejado el sudor y te permite sentirte bien incluso en viajes de larga distancia
  • Diseño de corte anatómico 3D; tecnología de impresión por sublimación de color brillante. Adecuado para jersey de bicicleta de montaña,, jersey de ciclismo cuesta abajo, camisetas de bicicleta MTB
  • Cremallera frontal completa, fácil de usar y quitar. Perfecto para ciclismo, equitación, carreras o camping, deportes al aire libre.
  • Tira antideslizante de silicona en la parte inferior para evitar que se deslice hacia arriba, diseño de corte anatómico 3D, tecnología de impresión por sublimación de color brillante.
Bestseller n. 2
X-TIGER da Ciclismo Uomo 5D Gel Salopette Pantaloncini Corti Imbottiti Set di Abbigliamento Ciclista
  • 【Dimensioni 】 La taglia della maglia e dei pantaloncini è ❤ Asia❤ La taglia più piccola rispetto agli standard statunitensi, si prega di controllare attentamente la tabella delle taglie, è il risultato della nostra rigorosa misurazione. Se i risultati delle misurazioni mostrano che è possibile acquistare entrambe le taglie, si consiglia di acquistare una taglia unica.
  • 【Traspirante e ad asciugatura rapida】 Materiale magliette da ciclismo 100% poliestere, pantaloni da ciclismo con imbottitura in gel: 87% poli+13% lycra ogni volta che si suda la maglia non aderisce mai alla pelle, ha una funzione ad asciugatura rapida che ti rende più confortevole. Manica corta
  • 【Cuscino imbottito in gel 5D】il cuscino di questo set a maniche corte per bicicletta è appositamente progettato con la forma del sedile della tua bici e imbottitura in gel 5D cucita in grado di proteggere l'attrito tra l'anca e il sedile della bicicletta, si adatta più strettamente, alleviando il dolore all'anca durante la lunga guida.
  • 【Design pratico】tre comode tasche posteriori (con chiusure elastiche) per riporre attrezzi essenziali, barre energetiche, ecc. Le pinze in silicone sull'orlo e sui polsini dei pantaloni impediscono che i vestiti si saliscano e ti mantengono fresco durante il ciclismo.
  • 【Leggero ma resistente】 materiale leggero con buona fattura e cuciture, per l'uso quotidiano. Questa tuta da ciclista è adatta per ciclisti di tutti i livelli, tra cui bici da strada e mountain biker.

Vista l’importanza di questa gara, la E3 Saxo Classic presenta un parterre di assoluto rispetto, potendo contare al via su tutti i corridori migliori per quanto riguarda le gare sulle pietre, nessuno escluso.

I grandi favoriti saranno sicuramente Mathieu Van der Poel e Wout Van Aert, che potrebbero mettere in scena l’ennesimo duello della loro ormai annosa rivalità, ma non si possono tagliare fuori corridori come Jasper Philipsen, che ha appena vinto Sanremo e De Panne, o come Mads Pedersen, fresco di un quarto posto alla Classicissima di Primavera. Sarà presente al via anche l’astro nascente del ciclismo belga Arnaud De Lie, della Lotto – Dstny, così come Matej Mohoric della Bahrain – Victorious, che ha chiuso la Sanremo in sesta posizione, dando prova di una crescente condizione. Attenzione anche a Stefan Kung, della Groupama FDJ, e a Matteo Jorgenson della Visma – Lease a bike, che ha trionfato un paio di settimane fa alla Parigi – Nizza.

Tra gli outsider, sicuramente da menzionare Michael Mattews, reduce da un più che amaro secondo posto alla Sanremo, alle spalle di Philipsen e Tim Wellens che, senza Pogacar come capitano, potrà provare a giocarsi le proprie chance in queste gare. Per quanto riguarda gli italiani, tutti gli occhi sono puntati su Alberto Bettiol che ha dato prova di una fantastica condizione sia alla Milano – Torino una settimana fa, che poi alla Sanremo sabato scorso, e su Matteo Trentin, una garanzia in questa tipologia di gare.

Tutti i corridori menzionati si trasferiranno in Belgio per, almeno, le prossime due settimane e parteciperanno a diverse delle semi – classiche in programma nel calendario, tutte gare sul pavé che permetteranno di mettere a punto la condizione in vista dei grandi appuntamenti come Giro delle Fiandre e Parigi – Roubaix. Vedremo se sarà una questione tra i due fenomeni Van Aert e Van der Poel o se qualcuno riuscirà a sfruttare la loro rivalità per sorprenderli e trovare la vittoria.

Marco Rosso

Piemontese di 23 anni, appassionato di ciclismo fin dalla nascita. Sto studiando Lettere all'università di Torino e mi piace disimpegnarmi con il giornalismo. Ho partecipato da amatore a 2 Giri delle Fiandre, 1 Liegi Bastogne Liegi, oltre ad aver scalato lo Stelvio da Bormio a 13 anni, per assistere a una tappa del Giro. Inoltre ho assistito dal vivo a: 4 Mondiali di ciclismo su strada, 3 Giri delle Fiandre, 1 Liegi, 1 Freccia Vallone, oltre a numerosissime tappe del Giro d'Italia e del Tour de France. Insomma, per me il ciclismo non è solo una passione ma qualcosa di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *