Sonny Colbrelli…primo acuto italiano al Romandie 2021

Che non avesse preso bene la sconfitta del giorno precedente il nostro Sonny, si è visto chiaramente già mercoledì. Ieri quel livore, quella rabbia si sono tramutati in una piccola grande impresa. Il corridore della Bahrein ha resistito all’impervio tracciato di ieri fino ad arrivare a vincere con una volata sontuosa e a vendicare la sconfitta di mercoledì. Una vittoria che interrompe un digiuno che durava dallo scorso agosto e che ridà un po’ di linfa al ciclismo italiano. Una vittoria costruita negli ultimi km grazie al preziosissimo apporto di Damiano Caruso che ha scortato il compagno di squadra fino ai -200 dall’arrivo quando poi è iniziata la volata.

Oggi Sonny non ha avuto rivali, ha condotto la volata perfetta giungendo nettamente avanti a Bevin (secondo nella generale) e Hirschi. Buon quinto posto per Ulissi e ottavo per Masnada.

Gara movimentata dalla fuga che vede tra i suoi protagonisti  Hermann Pernsteiner (Bahrain Victorious), Christopher Hamilton (Team DSM), Davide Villella (Movistar), Rein Taaramäe (Intermarché-Wanty-Gobert), Antwan Tolhoek (Jumbo-Visma) e Jonathan Caicedo (EF Education-Nippo). L’azione dei fuggitivi però viene controllata a distanza dalla Ineos che forte della presenza dei tanti uomini nella generale conduce il gruppo che torna compatto ai -20 km

Prima delle ultime asperità si staccano i velocisti e soprattutto Peter Sagan. Diversi corridori provano a scattare ma nessuno tra i vari Woods, Masnada e Kuss riesce a fare la differenza. Dennis in buona forma controlla tutti gli attacchi.

Si arriva agli ultimi km dove l’azione della Bahrein è decisiva e conduce al successo di tappa il nostro Sonny Colbrelli.

Terza tappa da Estavayer a….Estavayer

Percorso movimentato nella tappa di oggi di circa 168 km con un percorso che si dirama intorno alla città di Estavayer.

Terreno adatto a velocisti capaci di resistere alle diverse salite previste. Ancora occasione per Sonny Colbrelli, Bevin o Sagan. Da non escludere azioni degli uomini di classifica, grande attesa quindi per Woods, Kelderman, Hirschi o Ulissi. In caso di crollo o difficoltà da parte di Dennis possibili anche gli attacchi da parte dei vice-capitani Ineos Porte e Thomas.

Vincenzo Davide Catania

Vincenzo Davide Catania ha 35 anni e vive tra i ridenti colli di Bologna dove lavora come Chirurgo Pediatra presso l’Ospedale Sant’Orsola. Sposato con una donna meravigliosa che gli ha regalato 2 piccoli angeli, Giulia ed Emanuela. La passione per il ciclismo riemerge nei ricordi adolescenziali delle epiche imprese del Pirata, delle roboanti vittorie di Cipollini e Petacchi e delle imprese, nelle fredde terre del Nord, di Bartoli. Passista per natura e vocazione, nel poco tempo libero, spesso rubato al sonno alle prime luci dell’alba, coltiva la propria passione per la bici in una sfida costante con se stesso nella scoperta di nuovi e stimolanti percorsi che lo riportino ad un contatto puro con la natura delle montagne e del bosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.