Fra Grado e Gorizia, nella tappa dello sconfinamento vince Campenaerts

Bernal conserva la maglia rosa

Era la tappa dello sconfinamento, quella fra Grado e Gorizia, vallonata, con alcuni strappi dalle pendenze a doppia cifra di difficile lettura previsionale fra l’arrivo di una fuga di passisti e lo sprint massivo. Pronti via subito si forma la fuga ma la vera notizia e la maxi caduta a pochi minuti dalla partenza con parecchi corridori coinvolti. La corsa è stata sospesa, e purtroppo, fra alcuni si ritiri si registra quello del tedesco Buchmann, sesto nella generale.

Nei quindici al comando della corsa, alcuni nomi eccellenti, fra cui quello dell’olandese Mollema, che sono giorni che ci sta provando a lasciare il segno. La Ineos controlla, non apparere avere tutta l’intenzione di arrivare a a recuperare i fuggitivi. Ed infatti il vantaggio della fuga subito lievita a dieci minuti.

Sul traguardo volante di Mariano del Friuli passa per primo il campione belga Dries De Bondt. Al primo passaggio sul GPM di giornata. Storie tese fra Mollema, interessato ai punti della classifica degli scalatori e De Bondt con Vanhouke. Sembra che l’olandese possa transitare per primo, la scatto del belga della Lotto Soudal spinge il campione nazionale belga a sprintare per primo, con Mollema che, transitando terzo, prende solo un punto.

Intanto il gruppo lascia fare con la Ineos che sembra intenzionata a non tirare. Nei successivi chilometri la fuga sotto dei minacciosi nuvoloni neri, si ravviva verso l’Italia riuscendo a mantenere il controllo su un rassicurante vantaggio di quasi dodici minuti. La situazione si cristallizza con la fuga che procede di comune accordo e la Ineos che da dietro controlla agevolmente.

Nel secondo passaggio sullo stesso GPM del circuito ad anello ripassa De Bondt con Mollema che transita secondo ed assomma altri punti nella classifica degli scalatori.,.

Ai meno quaranta chilometri dal traguardo il vantaggio della fuga è di circa dodici minuti: ormai è chiaro che la fuga arriverà in porto sino al traguardo.

Nel terzo passaggio sul GPM – sotto la pioggia – si avvantaggiano i tre: Campenaertes, Riesebeek e Torre che sulla pianura avevano preso qualche secondo dopo uno scatto proprio del belga della Qubeka Assos. Allo scollinamento i tre contrattacanti vantano un vantaggio di una ventina di secondi secondi con Hermans e De Bondt che provano sulle pendenze più dure a recuperare sul terzetto. Anche Mollema cerca di riunirsi ai contrattaccanti. Passa primo proprio Campenaerts ma i contraccanti sono poco dietro con Cataldo che prova anche lui a ripartire.

A i meno dieci restano in due all’attacco con Campenaerts e Riesebeek che si avvantaggiano sul resto della compagnia, Campenaerts sembra il più determinato dei due in varie curve discedenti ad avvantaggiarsi sul compagno di fuga. L’olandese si mantiene costantemente dietro il belga. Ai meno cinque i due hanno ancora qualche secondo di margine.

Negli ultimi chilometri ci prova Campenaerts ad allungare ma Riesebeek non si lascia sorprendere. Nella volata a due però è proprio il belga che dimostra lo spunto migliore vincendo e facendo tris per sua squadra in questo Giro.

Nel frattempo il gruppo viaggiava a circa un quarto d’ora di ritardo, senza fretta e senza intenzioni di recupero. Con più di diciassette minuti di ritardo. Si vedrà solo domattina, date le condizioni meteo in previsione se il tappone dolomitico di domani verrà realmente disputato. Nel frattempo festeggia Campenaerts, festeggia la Qhubeka.

Au revoir e buon Giro a tutti.

DavePeriodista

Davide Bagnoli è un giornalista iscritto all’albo dell’Emilia Romagna. Nella sua carriera si è occupato di cronaca di ogni genere, ha sempre cercato di farlo con passione e con il sorriso sulle labbra. Quando possibile cerca di trasmettere il suo sorriso anche ai lettori, ama scrivere e questo lo ha portato a pubblicare due libri. La sua più grande passione sportiva è il ciclismo, sport che ama e pratica nel tempo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *