Top Ganna sfreccia sulle strade della Tirreno Adriatico

Cronoprologo di apertura della gara dei 2 mari e cronoshow per il nostro Top Ganna

Filippo (Ineos), che monta una nuovissima edizione della sua Pinarello Bolide con livrea Bianca, torna ad essere il miglior Cronoman del World Tour. La maglia di campione del mondo di specialità è sempre particolarmente pesante sulle sue spalle e ogni volta che il risultato è diverso da una vittoria sembra sempre che il nostro alfiere abbia deluso. Così è stato in occasione dell’UAE Tour dove in condizioni climatiche ben diverse da quelle odierne il buon Filippo ha concluso secondo alle spalle di uno straordinario Bisseger.

Oggi invece Ganna torna a riprendere i galloni della vittoria. La cronoprologo di poco meno di 14 km sul lungomare di Lido di Camaiore è lo scenario perfetto per assistere alla spettacolare prova del nostro Corazziere. Vederlo pedalare è sempre un piacere per gli occhi è oltre alla bellezza abbina una potenza inaudita che gli permettere di concludere la prova in 15′ 17″.

Alle sue spalle spiccano le prestazioni del piccolo fenomeno belga Evenepoel (QuickStep) che vedremo se saprà mantenere le attese sul suo riguardo, e ovviamente il piccolo Principe Pogacar (UAE) che giunge terzo a poco meno di 20 secondi da Top Ganna. Non male per uno che appena 48 ore fa aveva fatto un assolo di circa 50 km tra gli sterrati bianchi dei colli senesi.

La Tirreno è appena iniziata ma lo spettacolo, come abbiamo visto non è mancato. Sarà una lotta serrata che vivremo attimo dopo attimo in questo splendido viaggio a cavallo dei 2 mari dell’Italia.

Vincenzo Davide Catania

Vincenzo Davide Catania ha 35 anni e vive tra i ridenti colli di Bologna dove lavora come Chirurgo Pediatra presso l’Ospedale Sant’Orsola. Sposato con una donna meravigliosa che gli ha regalato 2 piccoli angeli, Giulia ed Emanuela. La passione per il ciclismo riemerge nei ricordi adolescenziali delle epiche imprese del Pirata, delle roboanti vittorie di Cipollini e Petacchi e delle imprese, nelle fredde terre del Nord, di Bartoli. Passista per natura e vocazione, nel poco tempo libero, spesso rubato al sonno alle prime luci dell’alba, coltiva la propria passione per la bici in una sfida costante con se stesso nella scoperta di nuovi e stimolanti percorsi che lo riportino ad un contatto puro con la natura delle montagne e del bosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.