Tratnik trionfa sulle strade del S. Daniele

Riparte il giro e lo fa con una tappa speciale. Percorso bellissimo, da Udine a S. Daniele, con tanti saliscendi e scenario perfetto per per la fuga. In attesa delle grandi montagne e dello scontro per la Rosa le copertine sono per gli eroi di giornata e tra tutti il vincitore Tratnik (Bahrein-Merida).

Una fuga di gruppo e gli scatti di Ulissi

L’occasione nella giornata odierna è ghiotta per una fuga e dal gruppo partono 28 corridori. Gli attaccanti trovano l’accordo e iniziano a guadagnare sul gruppo fino a un vantaggio massimo di 11 minuti. Intanto, nei traguardi volanti Giovanni Visconti precede Guerrero consolidando il suo primato nella classifica dei gpm. Tra gli uomini in fuga iniziano gli scatti che sfaldano il gruppo degli attaccanti. L’azione decisiva è di Tratnik che dapprima con Boaro e poi con O’Connor riesce a staccare tutti. L’ultimo chilometro è una sfida a due tra Tratnik e O’Connor. Il primo però p èiù scaltro e più veloce e brucia l’avversario vincendo trionfalmente.

Poche schermaglie tra gli uomini di classifica

Resiste il patto di non belligeranza tra gli uomini di classifica in attesa delle tappe di montagna. Bella l’azione della maglia rosa Almeida che a poche centinaia di metri dal traguardo scatta staccando gli altri e dimostrando ancora una volta che per la Rosa lui c’è. La sua azione è fulminante e anche se gli regala solo 2 secondi sugli inseguitori è indice di una buona condizione di formazione

Vincenzo Davide Catania

Vincenzo Davide Catania ha 35 anni e vive tra i ridenti colli di Bologna dove lavora come Chirurgo Pediatra presso l’Ospedale Sant’Orsola. Sposato con una donna meravigliosa che gli ha regalato 2 piccoli angeli, Giulia ed Emanuela. La passione per il ciclismo riemerge nei ricordi adolescenziali delle epiche imprese del Pirata, delle roboanti vittorie di Cipollini e Petacchi e delle imprese, nelle fredde terre del Nord, di Bartoli. Passista per natura e vocazione, nel poco tempo libero, spesso rubato al sonno alle prime luci dell’alba, coltiva la propria passione per la bici in una sfida costante con se stesso nella scoperta di nuovi e stimolanti percorsi che lo riportino ad un contatto puro con la natura delle montagne e del bosco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001 Gazzetta del Ciclismo partecipa al programma associati di Amazon Services LLC e di altri store. Potrebbe ricevere una commissione sugli acquisti effettuati tramite i link presenti sul sito.